Google chiude anche Print Ads

La pubblicità sui quotidiani cartacei non ha riscosso il successo sperato: l'esperimento terminerà il prossimo 28 febbraio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-01-2009]

Google chiude Print Ads pubblicità sui quotidiani

Quando Google lanciò il programma Print Ads per la pubblicità sui quotidiani cartacei, nel 2005, molti rimasero meravigliati dall'incursione del gigante dell'online advertising nel "mondo reale" e si chiesero quanto mai avrebbe potuto durare.

Oggi c'è la risposta: Print Ads chiude ufficialmente il prossimo 28 febbraio dopo essere cresciuto nel numero di partner (i 50 iniziali sono diventati 800) ma senza essere riuscito a "creare l'impatto che noi - o i nostri partner - avremmo voluto": a spiegarlo è il direttore stesso di Print Ads, Spencer Spinnell.

Lo scopo del progetto era permettere a chiunque possedesse un account Google AdWords (la piattaforma per la pubblicità online) di acquistare spazi pubblicitari sui vari giornali con i quali era stato concluso l'accordo.

Google non ha intenzione di lasciar perdere completamente il bsuness legato ai quotidiani ma per farlo dovrà studiare nuove strategie.

Nel frattempo ha intenzione di procedere sulla strada inaugurata con la chiusura di Google Video: liberarsi di tutti quei settori che non sono mai riusciti a decollare per concentrarsi su quelli che rendono.

È lo stesso Spinnell a riconoscere questa strategia quando scrive nel blog che negli ultimi mesi Google ha preferito "assicurarsi di investire le risorse in quei progetti che avranno l'impatto maggiore per i nostri utenti e i nostri partner".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6395 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics