Per la Cassazione i forum non equivalgono alla stampa

Le leggi sulla stampa con le relative tutele non si applicano alle discussioni tra utenti: per la Suprema Corte il sequestro dei messaggi sui forum è legittimo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-03-2009]

Una sentenza della Corte di Cassazione mette in chiaro diritti e doveri di chi gestisce un forum on line: diversi da quelli previsti per stampa e Tv per minori tutele, ma anche per l'assenza dell'obbligo di registrazione e di nomina di responsabili legali.

"Da oggi è confermato che siamo tutti meno liberi": così titola l'associazione di consumatori Aduc commentando la decisione della Cassazione che non riconosce ai forum di discussione online le stesse guarentigie - ma anche gli stessi obblighi - cui è soggetta la stampa.

La vicenda risale al 2006 quando, su denuncia dell'associazione Meter di don Fortunato Di Noto, i forum di Aduc erano stati sottoposti a sequestro; motivo della denuncia era la presenza di alcuni messaggi accusati di violare l'articolo 403 del codice penale (offesa a una confessione religiosa mediante vilipendio di persone).

Entrare ora nel merito della questione sarebbe ormai fuori tempo massimo: nei forum erano effettivamente presenti insulti e frasi che decisamente non appartengono a chiunque sappia esprimersi in modo appena civile e non abbia bisogno di ricorrere all'attacco personale per difendere le proprie idee, ma da qui alla denuncia probabilmente ne corre.

All'incirca dello stesso parere era anche Aduc, che a suo tempo presentò un'interrogazione parlamentare - tuttora in attesa di risposta - e un'istanza di riesame del provvedimento di sequestro mirata a ottenere l'oscuramento delle sole frasi incriminate e non di tutto il forum; l'associazione ha ottenuto ragione in appello, ma è ricorsa ugualmente in Cassazione per ottenere il dissequestro anche dei nove post incriminati.

La Suprema Corte ha però dichiarato che i forum "sono una semplice area di discussione dove qualsiasi utente o gli utenti registrati sono liberi di esprimere il proprio pensiero ma non per questo il forum resta sottoposto alle regole e agli obblighi cui è soggetta la stampa (come indicare un direttore responsabile per registrare la testata) o può giovarsi delle guarentigie in tema di sequestro che la Costituzione riserva solo alla stampa". Dunque il sequestro è lecito.

La sentenza è ambivalente: da un lato, ciò potrebbe porre fine alle velleità di chi vorrebbe estendere a tutta Internet le leggi sulla stampa, anche se in realtà è presto per dirlo: la Cassazione, in fondo, si è espressa circa i forum senza considerare esplicitamente le altre forme di espressione, come i blog.

Dall'altro lato, la mancanza delle "guarentigie" che permettono ai giornalisti di non incappare in una denuncia ogni tre parole espone una parte consistente di Internet al rischio di venire censurata con una facilità finora impensabile.

Se dunque i gestori dei forum ora non sembrano essere ritenuti responsabili per quanto pubblicato dagli utenti, è anche vero che a causa degli interventi di questi stessi utenti potrebbero all'improvviso veder chiuso il proprio sito.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 38)

No non possono ! 8) Ci sono migliaia di casi analoghi che l'Italia ordina e la Romania semplicemente se ne frega perché viola la loro costituzione che in quel paese viene rispettata. :lol: Possono colpirti (nel senso d'arrestarti o multarti) se sei in Italia, se però riescono ad raggiungerti ! :oops: :cry: Ciao Leggi tutto
13-3-2009 12:59

Sì, ma verranno a romperti i coglioni anche lì. Nota: Si può scrivere "coglioni". Lo ha detto in pubblico, davanti a milioni di telespettatori, il Presidente del Consiglio. Ed è un termine presente anche nei vocabolari oltre che essere, non come termine bensì al termine, e cioè presente in fondo al funicolo, sospeso ai... Leggi tutto
13-3-2009 12:28

Un host in Romania/Bulgaria ! Costa anche meno :lol: Leggi tutto
13-3-2009 10:41

La terza che hai detto :twisted: Leggi tutto
13-3-2009 10:38

Azzarolina, sono fregato! ho un blog con i commenti chiusi e dirottati nel forum (dove viene ripreso l'articolo stampato nel blog) a chi devo appellarmi? al Brasile, all'Iran o devo solo tesserarmi col PDL? Leggi tutto
13-3-2009 09:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3199 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics