Iran, morire per un blog

Un iraniano teneva un blog dove scriveva di musica persiana, non di politica. Eppure lo hanno messo in carcere, dove è morto in circostanze poco chiare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-03-2009]

Si chiamava Omidreza Mirsayafi, era un blogger iraniano. Non scriveva di politica o contro il regime degli ayatollah ma solo di musica tradizionale persiana.

E' bastato questo per farlo arrestare, la prima volta il 22 aprile 2008. Dopo alcuni mesi di carcere è stato rilasciato dietro il pagamento di una cauzione di 72.000 euro.

Il 7 febbraio scorso era stato arrestato di nuovo. Nonostante le sue precarie condizioni di salute, gli sono state negate in carcere le cure specifiche; ora è morto in circostanze ancora tutte da chiarire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Ciao, trovo giusto che non si debba navigare anonimamente. Tu lo potresti fare per sicurezza tua e della tua Famiglia. Ti comprendo benissimo. Sei onesto non hai nulla da preoccuparti. Ma di solito che naviga anonimamente probabilmente ha qualcosina da nascondere, e sotto quei qualcosina da nascondere si potrebbe celare di tutto. ... Leggi tutto
23-10-2009 04:52

Ciao, amico, dovresti fare una precisazione. Gli Ayatollah sono soltanto nelle religioni islamiche. Non nelle altre religioni. E che siano molti di essi degli assassini, è vero e lo hanno dimostrato sia Khomeini che il figlio Kamenei. Non conosco la tua età per cui non so se te ne puoi ricordare o se ne sia tu al corrente. Già come... Leggi tutto
23-10-2009 03:52

A volte l'umanità va a farsi benedire,povero cristo.
24-3-2009 21:56

NON mi pare di aver fatto un'elogio dell'iran.... e comunque, Diego, non è questione, come forse puoi credere, rispetto al mio pensiero, di sinistra o destra..... la rete disturba entrambi gli schieramenti, IL POTERE, in generale.... E' SOLO QUESTIONE DI TEMPO :roll: Leggi tutto
24-3-2009 17:47

Ciao Diego Mi auguro che Tu abbia pienamente ragione: internet fa paura ai politici, non è facile censurare la Rete, è come voler imprigionare l'aria, però alcuni vogliono metterle il bavaglio perchè riesce ad annullare le distanze e ad informare persone anche molto lontane fra loro Ho sentito alcune proposte che non fanno ben sperare:... Leggi tutto
24-3-2009 16:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto sei dipendente dal tuo smartphone?
Non posseggo uno smart phone.
Spesso lo dimentico e quando lo porto con me a volte lo lascio o lo dimentico spento.
Lo utilizzo con una certa frequenza, ma ne potrei fare a meno.
Per lavoro è un compagno inseparabile, ma alla sera e nei week-end lo spengo volentieri.
Lo porto sempre con me: senza mi sentirei incompleto.

Mostra i risultati (4232 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics