L'auto che vola decollerà nel 2011

Conclusa la prima fase, Terrafugia si prepara al "beta testing" di Transition: entro un paio d'anni sarà immessa sul mercato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-06-2009]

Terrafugia Transition auto che vola 2011

Terrafugia, l'azienda costruttrice di Transition, l'auto che vola, ha completato la prima fase del progetto ed è pronta a lanciarsi nella realizzazione di una versione "beta" del velivolo, ossia un nuovo prototipo basato sulle conoscenze acquisite finora e l'esperienza derivata dai testo compiuti con il primo esemplare.

A metà strada tra un piccolo aeroplano e un'automobile, Transition necessita per decollare e atterrare di un piccolo aeroporto; quando è a terra, in mezzo un minuto può ripiegare le ali e diventare una normale auto a benzina verde che può essere parcheggiata nel garage di casa.

Dopo aver compiuto 28 voli di prova (con il colonnello dell'aviazione americana Bill Meteer quale pilota), Transition è pronta a cedere il passo a un nuovo prototipo.

La strada verso la creazione di un veicolo utilizzabile da chiunque (a patto che possieda una licenza di volo) si è rivelata più lunga e costellata di difficoltà rispetto a quanto i progettisti avevano inizialmente immaginato.

Secondo le stime iniziali, il 2009 avrebbe dovuto segnare l'immissione sul mercato dei primi modelli commerciali; le previsioni attuali parlano invece del 2011 quale anno in cui sarà possibile acquistare le prime "auto volanti".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Si', e se tu fossi nato nel 1800 avresti detto la stessa cosa del treno... "Troppo costoso, preferisco andare a cavallo o a piedi!"
10-6-2009 20:49

Tanto avrà prezzi inaccessibili per i comuni mortali... Preferisco prendere metro, treno ed autobus...
10-6-2009 19:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali autorizzazioni hai concesso alle applicazioni presenti sul tuo dispositivo mobile?
Non limito l'accesso alle app sul mio dispositivo
Di solito concedo le autorizzazioni su richiesta e non ci penso più
Concedo le autorizzazioni a seconda dell'applicazione e delle sue funzionalità
Non posso modificare le autorizzazioni delle applicazioni

Mostra i risultati (1016 voti)
Luglio 2020
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Tutti gli Arretrati


web metrics