La mappa delle videocamere è sul Web

Sorvegliare e punire: dall'astrazione della filosofia alla pratica quotidianità. Ma talvolta la tecnologia si ribella al potere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2010]

Il proliferare delle videocamere di sorveglianza viene da molti percepito come una violazione dei diritti fondamentali dell'individuo, maggiore e più invasiva di quella derivante da una possibile violenza fisica esercitata nei confronti delle persone e delle cose.

La conseguenza è che non sembra lecito spiare persone e comportamenti violandone costantemente la privacy, in attesa di un possibile (e spesso improbabile) fatto criminoso che la videosorveglianza non può di regola impedire ma forse sarà utilizzabile per le indagini e quale prova a carico in sede giudiziaria.

Il fatto è che le telecamere di sorveglianza si sono evolute nel tempo e non solo a vantaggio della risoluzione; infatti possono essere ampiamente brandeggiate in automatico o dalla centrale operativa e alcuni modelli sono sicuramente in grado di trasmettere suoni e rumori, compresa la voce umana.

Sempre più spesso racchiuse nei cosiddetti "lampioncini", rendono impossibile far capire ai passanti se e cosa riprendono; e, cosa ancor più grave, nessuno sa bene che fine facciano le riprese, a parte le generiche assicurazioni dei responsabili della sicurezza dei dati.

Nasce perciò, tra i consensi dei cittadini in genere e degli utenti della strada in particolare, il "Progetto Anopticon" su Tramaci, un apposito sito web che pubblicizza con il concorso di entusiasti volontari l'esatto posizionamento della famigerate telecamere.

Il gestore del sito, veneziano, preferisce mantenere l'anonimato "per timore di ritorsioni da parte delle autorità"; ma a giudicare dalla realizzazione e dai contenuti tutt'altro che amatoriali, se lui ci mette il manico sicuramente e senza nulla togliergli ci sarà qualcuno che gira la manovella.

Certo, nulla di illegale; anzi, pare che l'iniziativa goda perfino dell'approvazione del Garante, forse ben contento di ricevere un'assistenza operativa che va a colpire tutta un'area che di fatto sino ad oggi è rimasta sorda ai pareri espressi e anche alle istruzioni emanate in materia di privacy.

Per ora il progetto è attivo in cinque città (Venezia, Pisa, Padova, Foggia, Urbino) e in un paesino (Solero) in provincia di Alessandria; ma Etno, nickname del gestore del sito, confida nella collaborazione del popolo del web.

Il nome dell'iniziativa richiama per opposizione il Panopticon, il carcere ideato ai tempi della Rivoluzione Francese da Jeremy Bentham, giurista e filosofo che ipotizzava, per mezzo della continua sorveglianza, senza che i sorvegliati potessero sapere se e quando fossero sorvegliati, un nuovo "modo per ottenere potere mentale sulla mente."

È dubbio che la quasi certezza di essere scoperti induca qualcuno a non commettere infrazioni; ma evidentemente la teoria del controllo globale sugli atti delle persone fa sperare in un controllo anche dei pensieri. Da qui il perenne ricorso, dalla notte dei tempi, allo spionaggio e alla delazione da parte del potere costituito.

Ma finalmente pare ci sia un correttivo: battere la tecnica con la tecnica medesima potrebbe essere la soluzione pratica sperata da molti e vanamente inseguita sino a ieri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 27)

{Ale}
Chi non fa nulla di male... Leggi tutto
25-2-2010 10:55

In un paese democratico ognuno può fare quello che vuole nei limiti di legge e nessuno può metterci becco. Questa è libertà. Se qualcuno controlla quello che faccio sono molto più limitato, la mia libertà è andata a farsi benedire. Ci sono un sacco di cose che facciamo che pur essendo perfettamente legali non vorremmo far sapere agli... Leggi tutto
24-2-2010 13:11

Questa è sicuramente una decisione spinosa. Se da una parta si sacrifica la sicurezza per la privacy dall'altra si sacrifica la privacy alla sicurezza... Pensando a questi due punti mi vengono però dei dubbi. Privacy in questo caso è la possibilità di decidere se commettere qualcosa di illegale. Con questo non dico che quelli che... Leggi tutto
24-2-2010 11:16

Carloef, Brio, Gipì, bdoriano, vi ho appena aggiunto al gruppo degli utenti [/url]con cui avrei piacere di conversare a tema libero nel mio [url=http://forum.zeusnews.com/viewforum.php?f=92]laboratorio.
15-1-2010 14:07

Ciao e Auguri a tutti Voglio buttare un po' di "acqua sul fuoco" della discussione in quanto questo "controllo universale" di cio' che facciamo mi sembra piu' fantascienza che realta'. Premesso che opero nel settore della videosorveglianza da anni, vi spiego perche' la penso cosi': - Molti impianti pubblici... Leggi tutto
28-12-2009 14:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi più pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual è il più pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2286 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics