Agenti pubblicitari in sciopero della fame contro Google

Il gigante chiude i contratti con sette aziende e i dipendenti iniziano la protesta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-11-2010]

Cina Google sciopero della fame pubblicità

In Cina le cose per Google non vanno troppo bene: da quando il motore di ricerca locale è stato chiuso per attriti con il governo e si è trasformato in un link alla versione di Hong Kong, la quota di mercato è calata dal 35,6% al 21,6%.

Forse anche per questo motivo, l'azienda americana ha deciso di chiudere i contratti con sette rivenditori cinesi di pubblicità; pare, peraltro, senza fornire spiegazioni a dirigenti e impiegati.

Così 200 agenti pubblicitari hanno inscenato una protesta davanti agli uffici di Google e Shanghai, e 40 di essi hanno iniziato uno sciopero della fame, che hanno intenzione di portare avanti sinché la questione non sarà risolta.

I rivenditori chiedono che Google si scusi e ripaghi i danni, calcolati in 7 milioni di dollari; dal canto proprio l'azienda di Mountain View non ha intenzione di tornare sulle decisioni prese che - spiega un portavoce - sono tutte rispettose della legge.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Morirà l'anima del commercio? Leggi tutto
10-11-2010 17:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa utilizzi prevalentemente per la posta elettronica?
Una webmail
Un client di posta
Entrambi

Mostra i risultati (2766 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 marzo


web metrics