Il primo computer di Apple all'asta per 156.000 euro

Marco Boglione, patron del gruppo BasicNet, si aggiudica uno degli ultimi Apple I rimasti. Sono i primi computer costruiti da Wozniak e Jobs.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-11-2010]

Apple I asta Christie's Boglione 156.000 euro

Nel 1976 Apple muoveva i primi passi, Steve Wozniak e Steve Jobs costruivano a mano, in garage, 200 computer Apple I con ben 4 Kbyte di RAM.

Oggi di quei 200 Apple I ne restano al mondo soltanto 50 e uno di essi, finito all'asta da Christie's, è stato comprato dall'italiano Marco Boglione per 156.000 euro.

Boglione è il fondatore del gruppo BasicNet - che controlla marchi come K-Way, Robe di Kappa e Superga - ma anche un appassionato di informatica che sogna di vedere realizzato a Torino un Museo della rivoluzione informatica.

L'Apple I acquistato all'asta è completo della sua confezione originale, una periferica di archiaviazione a cassette e un manuale di istruzioni, che è poi una lettera autografa di Steve Jobs.

Il prezioso cimelio andrà a fare compagnia all'Altair 8800 del 1975 già in possesso di Boglione, che ricorda come questo sia "considerato il primo personal al mondo: è l'apparecchio con cui Gates e Allen hanno scritto i programmi per dare vita all'avventura di Microsoft".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Come su qualunque collezionismo.
28-11-2010 11:02

Ci fanno la cresta sul collezionismo apple a quanto pare :shock:
27-11-2010 17:07

:roll: Leggi tutto
25-11-2010 10:48

156.000 euro per comprarsi un bidone ahahahahahahahaha alla faccia della miseria
25-11-2010 00:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ť secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3765 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics