La Cina chiude il rubinetto delle terre rare

Per il 2011 esportazioni ridotte dell'11%. Gli elementi chimici diventano un'arma economica e politica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-12-2010]

Cina riduce esportazione terre rare 11,4% nel 2011

Le preoccupazioni di Europa e Stati Uniti circa le decisioni della Cina sull'esportazioni delle terre rare erano fondate.

Il maggior produttore al mondo degli elementi utilizzati negli apparecchi elettronici (dai telefonini ai computer passando per le auto ibride) nel 2011 taglierà la produzione dell'11,4% rispetto al 2010: 14.446 contro 16.304 tonnellata.

Già in quest'anno, i prezzi delle terre rare hanno fatto registrare aumenti pari anche a 10 volte, mentre negli anni scorsi erano scesi di molto a causa della vasta produzione cinese, che ha portato diversi impianti delle altre nazioni alla chiusura.

Le terre rare sono di fatto diventate un'arma di ricatto - politica ed economica - che la Cina può utilizzare a propria discrezione sventolandola di fronte agli altri Paesi.

Per evitare di dover piegare il capo di fronte a ogni richiesta della Cina si stanno tentando diverse vie: il Giappone, povero di queste materie, ha iniziato una politica di recupero delle terre rare dai rifiuti tecnologici; gli Stati Uniti hanno invece iniziato a riaprire le miniere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Chip, si prepara un autunno di rincari

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

E' "picchiato" anche il petrolio altro che congiura.. Ciao Leggi tutto
30-12-2010 00:31

Mi pare che la Cina produca già oggi prodotti tecnologici di tutto rispetto, tenendo conto che ormai tutte le aziende mondiali (ed in particolare quelli di elettronica di consumo) hanno delocalizzato la produzione in Cina: sinceramente, parlare di ricatto mi pare comico, sarei curioso di sapere come sarebbe stato definito lo stesso... Leggi tutto
29-12-2010 14:57

{elax}
Davvero questa notizia sarà arrivata inattesa sui tavoli dei presidenti delle varie nazioni "che contano"? Mi sembra altamente improbabile, visto che conosco gente che ha previsto da parecchio questo evento, senza avere servizi "informativi" di sorta. Sono i soliti giochetti del tipo "ti mostro i muscoli, stai... Leggi tutto
29-12-2010 14:48

{ice}
guerra commerciale con gli USA Leggi tutto
29-12-2010 12:14

alla Cina questi materiali servono e serviranno sempre di più... non soltanto per ricattare l'Occidente, ma per la propria produzione che sarà in espansione, proprio su zeusnews si cita a proposito del tablet con Ubuntu uno dei tanti siti di tecnocineserie (link) ... è facile prevedere che anche la Cina, com'è accaduto per il Giappone... Leggi tutto
29-12-2010 11:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1795 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics