Addio a Dennis Ritchie, creatore di Unix e C

Aveva 70 anni. Tutta l'informatica attuale, dai PC all'iPhone, gli è debitrice.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-10-2011]

Morto Dennis Ritchie creatore Unix linguaggio C

È un periodo triste per il mondo dell'informatica: dopo aver dato l'addio a Steve Jobs, ora è il momento di salutare anche Dennis Ritchie.

È inutile negarlo: il ricordo di Ritchie avrà certamente meno spazio sui media rispetto a quello del fondatore di Apple, eppure il suo contributo al panorama attuale dell'ICT è non solo fondamentale, ma indispensabile.

Si deve infatti a questo schivo informatico americano - che iniziò la propria carriera nel 1968 presso i Laboratori Bells - l'invenzione di due "mattoni" fondamentali di pressoché tutti i dispositivi che utilizziamo ogni giorno: il linguaggio C e il sistema operativo Unix.

Per chi non sia proprio a digiuno di informatica entrambi non hanno bisogno di presentazioni.

Il C, creato insieme a Ken Thompson, è il linguaggio in cui è scritta buona parte dei sistemi operativi moderni, compresa la famiglia Windows NT di cui fa parte anche Windows 7, e - pur essendo ampiamente usato tuttora - ha anche dato origine a linguaggi di elevata diffusione come C++, Java o l'Objective C, quest'ultimo reso popolare soprattutto dall'ampio uso che ne fa Apple.

Anche Unix (su cui lavorò ancora con Thompson) è capostipite di una vasta famiglia che, a partire dai vari i vari BSD, comprende anche Linux (e, per ulteriore derivazione, Android), Solaris e altri ancora, compreso il vecchio Xenix di Microsoft.

Ritchie aveva 70 anni ed era malato da tempo; nel 1983 aveva vinto insieme a Thompson il prestigioso Premio Turing e nel 1999 il presidente americano Bill Clinton gli aveva consegnato la Medaglia Nazionale per la Tecnologia, asserendo che «poche persone hanno avuto tale impatto sui loro colleghi, su generazioni di studenti e su una intera industria».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Steve Jobs: il mondo mi dimenticherà presto

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

In effetti, avendo vissuto una vita riservata, penso che sia contento che non si pomperà sui mass media la sua dipartita. Credo che lui sia contento così: se n'è andato così come ha vissuto. Riposi in Pace.
17-10-2011 18:25

Ottimo commento. Quoto sopra e omaggio questo personaggio, sconosciuto quanto mitico nella fantasia di tutti i programmatori. Speriamo a lui dedichino una statua.... magari in zona Silicon Valley. Anche io diffido da celebrazioni di massa. Ai giornalisti non frega dei morti, ai politici neanche..... mi chiedo quindi perché entrambi si... Leggi tutto
17-10-2011 16:33

Xenix era un Unix semplificato dalla SCO che era una produttrice Unix e detentrice del brevetto... La Microsoft ancora gingillava con il MS/DOS (prodotto dalla Quantum da librerie CP/M della Digital) quando lo ebbe. Solo la MS che lo commercializzò al pubblico (noto in Italia alla Olivetti) e non la SCO. Ecco perchè molti ritengono... Leggi tutto
16-10-2011 15:43

link E' proprio microsoft
16-10-2011 14:41

Quoto, Buon riposo Ritchie. Leggi tutto
16-10-2011 02:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2413 voti)
Gennaio 2020
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics