Volunia, più social network che motore di ricerca

La creazione di Massimo Marchiori si svela: la ricerca nel web diventa sociale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-02-2012]

volunia motore ricerca massimo marchiori

Volunia, il motore di ricerca nato dalla mente di Massimo Marchiori, si è finalmente svelato al pubblico.

Il debutto non è stato dei migliori: scandagliando la Rete si trovano apprezzamenti per l'idea (per esempio su Twitter) ma anche una valanga di critiche (sempre Twitter ne è un archivio perfetto) per i più diversi aspetti, dalla grafica datata all'interfaccia confusionaria, dai timori per l'invasività delle funzioni social sino alla piattezza della presentazione.

In definitiva, che cos'è Volunia? È un motore di ricerca che, al cuore, non aggiunge nulla di nuovo ai sistemi che stanno alla base di Google e colleghi: l'idea di catalogare i siti in base a una classifica di popolarità (il PageRank, ideato non a caso proprio da Marchiori) rimane ben salda a fondamento di tutto.

Gli elementi innovativi che Volunia propone sono catalogabili in due categorie: il sistema di fruizione dei risultati e le interazioni "sociali" tra gli utenti.

Per quanto riguarda il primo aspetto, balza all'occhio come Volunia, in luogo del solito elenco di risultati, proponga invece per ogni sito indicizzato una mappa gerarchica dei contenuti, mostrata come la planimetria di una città che ricorda molto da vicino i primi capitoli di SimCity (di qui, le critiche alla grafica).

Il motore di Marchiori permette anche l'accesso diretto a determinati tipi di contenuti ospitati dai siti, come quelli multimediali, tramite le affollate barre di ricerca.

Il secondo aspetto è quello più "sociale", caratteristica più volte sottolineata, anche prima del debutto, dall'inventore: con Volunia debutta infatti un box sociale che permette di vedere quante persone stanno consultando lo stesso sito in quel momento.

In pratica, Volunia permette di accedere ai siti inglobandoli in un frame, e intorno vi costruisce le funzioni di interazione tra gli utenti, che possono anche chattare in tempo reale; coloro ai quali è venuto in mente il defunto progetto Sidewiki di Google non sono andati poi tanto lontano.

Nel corso della presentazione, Marchiori ha spiegato da dove venga il nome Volunia: nasce dall'unione delle parole volo e Luna, per indicare il salto di qualità che il motore di ricerca promette agli utenti.

«Allo stato attuale, siamo chiusi dentro delle gabbie» ha spiegato Marchiori parlando di come avviene oggi la ricerca nel web: «i motori di ricerca ci fanno fare un piccolo volo sul web e poi ci ributtano giù».

Volunia punta a liberare dalle gabbie (la metafora dei polli in gabbia da liberare, forse non proprio felicissima, è stata usata da Marchiori stesso), non limitandosi a portare a destinazione gli utenti ma accompagnandoli in tutta la navigazione, un comportamento che qualcuno ha già assimilato a quella di una gabbia soltanto un po' più grossa.

Sondaggio
Perché Twitter ha tanto successo?
Il limite di 140 caratteri obbliga a esprimersi con brevità e concisione.
Si possono condividere link interessanti velocemente e a un gran numero di persone.
L'integrazione con il cellulare consente di inviare e ricevere i tweet via Sms.
Consente di rimanere aggiornati su un determinato argomento in tempo reale
La motivazione è un'altra, ve la esplicito nei commenti qui sotto.

Mostra i risultati (1122 voti)
Leggi i commenti (4)

Al di là delle capacità di ricerca, infatti, sono le funzioni social che caratterizzano davvero Volunia e ne decreteranno l'eventuale successo: in realtà Volunia stesso, più che un motore di ricerca, può forse essere meglio catalogato proprio sotto la voce social network.

Al momento, Volunia non è ancora accessibile al pubblico ma, come già annunciato, soltanto ai Power User; la fase pubblica inizierà entro poche settimane, e sarà allora che la bontà del progetto potrà essere giudicata per davvero.

In ogni caso, al motore serve ancora tempo per crescere: Marchiori stesso ha confessato che Volunia non è ancora in grado di competere, per profondità della ricerca, con i colossi del web. «Non aspettatevi la Luna: siamo appena nati, e questo deve essere innanzitutto un fortissimo stimolo allo sviluppo in Italia» ha dichiarato il creatore.

Sarà comunque l'apprezzamento da parte degli utenti a decidere se questo nuovo tentativo italiano meriterà di crescere o se dovrà cadere nell'oblio, come i detrattori che già ora - ancora prima del lancio pubblico - possiede augurano.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 27)

i motori di ricerca oggi si evolvono soprattutto per ridurre lo spam, vedi il famoso panda di google. Google fa comunque un buon lavoro ma è evidente che conoscendo, anche se grossolanamente, i criteri di indicizzazione, si può sfruttarli a proprio favore. Per Volunia sarei curioso di sapere come va... francamente mi aveva stupito ai... Leggi tutto
11-3-2012 15:40

{matt}
eppure sarà l'orgoglio italiano e farà tremare fb e google...
21-2-2012 16:41

Ahh sissi questo si ricorda di sicuro!! :clap: Leggi tutto
14-2-2012 18:23

Per quello che riguarda l'individuazione dei Power Users qui è chiaramente spiegato che il criterio di scelta è l'estrazione a sorte e l'inserimento a blocchi degli estratti e questo spiega i tempi di risposta lunghi (chi si vuole iscrivere è comunque preventivamente informato). Per quello che riguarda le scelte di marketing potrebbero... Leggi tutto
11-2-2012 14:53

Yahoo Answers è un esempio di sito frequentato (ressa fuori dal negozio), ma dove trovi informazioni di scadente qualità. E' pieno di gente che risponde a casaccio solo per accumulare punti e diventare popolare. Temo che Volunia mi indirizzi più facilmente verso siti del genere, per cui resto ancora perplesso.
10-2-2012 22:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è secondo te la peggiore invenzione della storia?
Le sigarette
I fast food
Le armi
Il nucleare
La Chiesa
La televisione
L'automobile
I telefoni cellulari
Gli autovelox

Mostra i risultati (8078 voti)
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 ottobre


web metrics