Un multiplayer soltanto per chi bara

I cheater dei giochi di Rockstar Games non vengono più banditi dal multiplayer: sono relegati nell'apposita arena degli imbroglioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-06-2012]

cheater pool max payne

Durante le partite in multiplayer, una delle maledizioni che funestano l'esperienza sia ai giocatori che - di riflesso - alle aziende produttrici di videogiochi è rappresentatata dai cosiddetti cheater.

Sono giocatori che utilizzano trucchi (cheat, appunto), hack o bug del gioco per avvantaggiarsi rispetto a chi invece gioca lealmente, e a volte si prendono - specie negli sparatutto - il dubbio divertimento di eliminare chi è loro inferiore nel gioco.

Le varie aziende adottano tattiche diverse per limitare i danni (una delle più usate, e contestate, è quella del ban immediato) ma il premio per l'originalità va probabilmente a Rockstar Games, l'editore del popolare videogioco Max Payne 3, uscito di recente.

Rockstar ha infatti deciso che chi sarà scoperto a barare non verrà immediatamente estromesso dal gioco online, ma sarà "rinchiuso" in un mondo - la Cheater Pool - in cui troverà soltanto altri cheater.

In questo modo non darà alcun fastidio a chi vuole giocare secondo le regole e potrà scontrarsi con chi utilizza i suoi stessi sistemi.

Sondaggio
Qual è la tua console di videogiochi preferita?
Microsoft Xbox 360 - 20.3%
Sony PlayStation 3 - 21.6%
Nintendo Wii - 14.6%
Una meno recente - 6.9%
Non ho una console di giochi - 36.6%
  Voti totali: 3380
 
Leggi i commenti (8)

È prevista anche la possibilità di guadagnarsi il "perdono" (sebbene non sia chiaro come) e tornare nel più vasto mondo del multiplayer normale, ma in quel caso una seconda trasgressione sarebbe sufficiente per guadagnarsi il ban a vita.

Rockstar ha anche attivato un indirizzo email - maxpayne3.banhammer@rockstargames.com - al quale chiunque può segnalare i cheater incontrati durante le partite.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Blizzard, causa milionaria contro i cheat
In tribunale per un cheat a un videogioco

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

va che son vecchio, eh? :evil:
25-6-2012 18:15

Non si finisce mai di imparare :)
25-6-2012 12:48

@SverX Sì, è per dire 'i cheater'. Ma dire 'citri' è più divertente. E se non è divertente, che citri a fare? :lol:
25-6-2012 12:44

citri? :shock: (oddio, sarà mica per dire 'i cheater'? :roll: )
25-6-2012 12:14

Mai capito che senso ha giocare senza cheat. :roll: Il gioco consiste in quello. Senza, tanto vale non iniziare nemmeno. :? Io mi aspetterei il contrario. Cioè che l'arena dei citri divenga ben più affollata di giocatori che non lo spazio dei non-citri. A meno che non sia una mezza bufala. Cioè, chi lo dice che i gestori del gioco... Leggi tutto
24-6-2012 12:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa pensi dei siti che conoscono la tua ubicazione e che ti mostrano annunci pubblicitari in base ai siti Internet che visiti o alla cronologia delle tue ricerche?
Mi piace! È molto comodo
Non mi piace molto questo meccanismo ma Internet funziona così
Utilizzo opzioni specifiche del browser per salvaguardare la mia privacy e per evitare che i miei movimenti vengano controllati
Ho installato una speciale applicazione o un plug-in per evitare che i siti Internet ottengano la mia cronologia di navigazione e le mie ricerche
È una questione che non mi ha mai interessato

Mostra i risultati (1926 voti)
Settembre 2020
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Tutti gli Arretrati


web metrics