Il Garante Privacy indaga su call center e telemarketing

Oltre 200 ispezioni e interventi in programma, a caccia di truffe e violazioni nell'utilizzo dei dati personali degli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-08-2012]

soro

Per il Garante per protezione dei dati personali l'ultima parte dell'anno si preannucia piuttosto affollata.

È stata l'autorità stessa ad annunciare di avere già in programma 220 accertamenti ispettivi - da effettuare in collaborazione con la Guardia di Finanza - per identificare violazioni alle norme che proteggono i dati personali.

In particolare, il Garante si concentrerà sul credito al consumo, sui nuovi strumenti di pagamento gestiti dalle compagnie telefoniche, sul telemarketing che avviene tramite call center e sui sistemi informativi utilizzati dagli enti previdenziali e dall'amministrazione finanziaria.

È su tutti questi settori, nei quali si trattano quotidianamente i dati personali di moltissime persone, che si concentrerà nei prossimi mesi un'attività che vedrà affiancare gli interventi programmati da altri nati in seguito alle segnalazioni e ai reclami presentati.

Tutto ciò fa parte del piano di accertamenti appena varato e che prende di mira realtà pubbliche e realtà private; un'attenzione particolare sarà riservata alle informazioni fornite ai cittadini circa l'utilizzo dei dati personali, e alle misure intraprese per proteggerli.

Sondaggio
Hai una carta fedeltà o di raccolta punti?
Ebbene sì, ne ho diverse. E non ci trovo niente di male.
Mi sono lasciato infinocchiare. Ne ho qualcuna e mi vergogno un po'.
Lungi da me!

Mostra i risultati (2478 voti)
Leggi i commenti (16)

Insieme all'annuncio dei nuovi interventi, il Garante ha anche presentato un bilancio dell'attività svolta nei primi sei mesi del 2012, durante i quali sono state portate a termine 174 ispezioni e sono stati avviati 255 procedimenti sanzionatori, che hanno portato a incassare multe per un totale di 1,6 milioni di euro.

In 33 casi è stato anche necessario effettuare una segnalazione all'autorità giudiziaria perché le violazioni riscontrate configuravano anche reati penali, quali l'accesso abusivo a sistemi informatici, la falsità nelle dichiarazioni e il mancato adempimento dei provvedimenti comminati dal Garante.

È interessante notare come la maggior parte degli interventi compiuti sia stata motivata dalla mancanza di informazioni fornite dalla aziende agli utenti, dal mancato rispetto delle norme sul telemarketing e dalla mancata adozione di misure di sicurezza per proteggere i dati raccolti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Italiani sfruttati nei call center svizzeri

Commenti all'articolo (5)

link[/url] puoi anche scrivere al garante della concorrenza e del mercato [url=http://forum.zeusnews.com/link/90251]link :old: Leggi tutto
24-8-2012 09:08

@Zievatron leggi qui: http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=48337 ciao :old:
24-8-2012 09:04

Concordo con OXO. Non capisco l'automatismo di cui parla Zorro.
23-8-2012 18:40

come si segnalano le truffe a questo signore?
23-8-2012 18:40

Speriamo che sia solo l'inizio, perché la situazione attuale è semplicemente intollerabile.
23-8-2012 14:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
iPad/iPhone, Android, Windows Phone hanno servizi che localizzano gli utenti. La privacy è violata?
Sì, almeno potenzialmente.
No, è tutta una bolla di sapone.
Non so.

Mostra i risultati (3151 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics