Giornalista pubblica lista evasori fiscali, arrestato

La pubblicazioni dei nomi è costata al giornalista un'accusa di violazione della privacy e un processo per direttissima.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-11-2012]

costas

Violazione della privacy per aver diffuso dati sensibili: è questa l'accusa mossa pochi giorni fa a Costas Vaxevanis, giornalista investigativo greco direttore del magazine Hot Doc.

All'origine di tutto c'è la pubblicazione di una lista di 2.059 nomi di cittadini greci che avrebbero depositato soldi in Svizzera, evadendo quindi il fisco della propria nazione per un valore complessivo di un miliardo e mezzo o due di euro.

Poco dopo la pubblicazione della lista - che sarebbe poi la Lista Lagarde consegnata nel 2010 dal ministro francese delle finanze alle autorità greche - alcuni poliziotti sono entrati in casa del giornalista e l'hanno arrestato.

Immediatamente portato davanti ai giudici di Atene, Costas Vaxevanis - ormai soprannominato l'Assange greco - ha affermato di essere stato trascinato in un «processo politicamente motivato e istruito per vendetta».

Tale posizione è sembrata confermata da Jim Boumelha, presidente della Federazione Internazionale della Stampa, chiamato come testimone a difesa di Vaxevanis: «Come si può vedere, molti dei nomi sulla lista sono amici del sistema politico» ha dichiato Boumelha, al quale ha fatto eco Dimitris Trimis, presidente del sindacato dei giornalisti ateniesi, il quale ha dichiarato: «Se fossi stato al posto di Costas, anch'io avrei fatto la stessa cosa. Un conto bancario non è più un dato personale. Oggi viviamo in un'epoca di trasparenza».

Sondaggio
Alcuni anni fa, L'Agenzia delle Entrate pubblicò sul web i redditi dei cittadini; poi, dopo l'intervento del Garante Privacy, li mise offline. Questi dati secondo te devono essere disponibili su Internet?
No
Non saprei

Mostra i risultati (5592 voti)
Leggi i commenti (25)

Il pubblico ministero, invece, ha affermato che Vaxevanis avrebbe «ridicolizzato in pubblico una serie di persone e le ha messe in balia di una società assetata di sangue. La soluzione dei problemi che il Paese sta attraversando non èil cannibalismo».

Il procedimento giudiziario, istruito in maniera rapidissima, altrettanto rapidamente è giunto alla conclusione: Costas Vaxevanis è stato assolto. Ora il Parlamento greco chiede una commissione d'inchiesta sulla lista.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Garante privacy, niente conti correnti aperti al Fisco
Il Garante Privacy attacca i controlli anti-evasione
IVA sui cellulari, scoperta evasione per 48 milioni di euro
L'immunità del Pc del deputato
Rimettere on line i redditi degli italiani
Evasione fiscale su eBay, cellulari venduti in nero
Il Fisco va a caccia di evasori su Facebook
La dignitosa privacy e le pedagogiche manette

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Bella battuta!!! :clap: :clap: :clap: Leggi tutto
3-12-2012 16:34

{falcobianco69}
Mi sembra giusto che i nomi di queste figure porche siano resi pubblici ed esposti al pubblico ludibrio, in fin dei conti sono soldi di chi ha pagato in più perché alcuni non hanno versato neanche un cent. Dovrebbero fare altrettanto in Italia, cosi anche solo per conoscere da vicino chi si nasconde dietro tanta creduta... Leggi tutto
7-11-2012 13:37

{ice}
@ mda ci sono tante cose pubbliche che sono segrete e se l epubblichi vuoli la privacy es le dichiaraizoni dei rediti una volta veniva pubblicate provincia per provincia da un giornale locale Sarebbe normale che fossero disponibili on-line sul sito dell'agenzia delle entrate e invece no, sono publiche nel senso che puoi averne... Leggi tutto
7-11-2012 12:35

Le liste sono PUBBLICHE in Grecia come in parecchi Stati anche UE. Infatti è stato prosciolto da ogni accusa. Guarda che sono punibili e sono stati puniti parecchi magistrati, poliziotti e guardie di finanza in Italia... È una bufala dire il contrario. Come in Grecia anche in Italia si sono istituiti processi rapidissimi quando si... Leggi tutto
7-11-2012 12:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa peggiore per un programmatore?
La modifica delle specifiche
I clienti
Debuggare
Scrivere documentazione
Il codice scritto da altri
La fase di test

Mostra i risultati (3775 voti)
Settembre 2021
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Luglio 2021
Nuovo digitale terrestre, tutto rimandato
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 settembre


web metrics