In prova: NMG WeMove Miracle

IL TEST DI ZEUS - Uno smartphone dual SIM con Android 4, dotato di software per la navigazione GPS con mappe TeleAtlas e tastiera virtuale SwiftKey.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2013]

ngm 4

«Aspettando il miracolo»: è questo lo slogan di presentazione dell'ultima creazione di NGM, lo smartphone dual SIM WeMove Miracle.

Dotato di sistema operativo Android 4.0.4 Ice Cream Sandwich, lo smartphone è dotati di slot per schede microSD (fino a 32 GB) e di una praticissima funzione (basta la pressione di un tasto) per trasferire da una delle due SIM installabili a questa i dati relativi ai contatti.

Il WeMove Miracle ospita un processore Cortex A9 dual core, incorpora una fotocamera con sensore da 5 megapixel (dotata di capacità di geotagging, ossia in grado di aggiungere notazioni geografiche a foto e video) e dispone di un’antenna GPS interna particolarmente efficace che, abbinata al sistema di navigazione standard di Android, offre un efficace supporto durante la guida.

Proprio la navigazione GPS è uno dei punti di forza di questo prodotto: il Miracle dispone infatti anche di un software di navigazione cartografica proprietario, chiamato NGM Navigation, che utilizza mappe Tele Atlas scaricabili gratuitamente da una sezione dedicata del sito di NGM.

Sondaggio
Che cos'Ŕ che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocitÓ di connessione

Mostra i risultati (3872 voti)
Leggi i commenti (15)

Il sistema, allorché si decida di utilizzare questa opzione per la prima volta, riconosce automaticamente la nazione di utilizzo e propone, all'interno di una lunga lista di paesi, la cartografia adatta. In ogni caso l’utente può aggiungere altre mappe - dell’Europa, del Canada e degli Stati Uniti - con aggiornamenti gratuiti.

wemovemiracle black front

Un'altra importante caratteristica da segnalare è SwiftKey, il sistema di scrittura facilitato, che oltre a consentire una scrittura del 30% più veloce rispetto alle altre soluzioni è in grado di impara da ciò che si scrive, acquisendo automaticamente nuovi vocaboli e anticipando una serie di suggerimenti su ciò che si sta per scrivere.

Ricordiamo ancora la radio FM con possibilità di memorizzare le stazioni preferite, il modulo Wi-Fi, il supporto delle reti 3G UMTS e WCDMA.

Il WeMove Miracle è fornito con 4 GB di memoria interna e una microSD di altrettante dimensioni già compresa.

Infine segnaliamo un tocco di glamour rappresentato da quattro cover intercambiabili, tutte dal design particolarmente elegante e curato.

L'autonomia, secondo NGM, arriva fino a 190 ore in standby e a oltre 10 ore in conversazione. Come GPS ha funzionato ininterrottamente per circa 2 ore senza richiedere alimentazione. Un doppio sistema di preavviso ricorda che la carica sta per terminare.

NGM NMG WEMOVE MIRACLE SMARTPHONE
Prezzo Euro 249,00 (Iva compresa)
Pro Schermo dotato di grande sensibilità; Android 4; dual SIM; doppio sistema GPS
Contro Un po' pesante, la batteria accusa il lavoro intenso e ha tempi lunghi di ricarica
Funzionalità 5
Prestazioni 4
Ergonomia 3.5
Documentazione e facilità d'uso 3
Condizioni commerciali 3
Giudizio Globale 3.5

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In prova: NGM Dynamic Maxi
Arriva l'iphone brasileiro
Xtreamer si dà agli smartphone
Da Samsung il Galaxy S III dual Sim
Due smartphone dual SIM con Android 4.0

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitÓ di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitÓ e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1249 voti)
Giugno 2020
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Tutti gli Arretrati


web metrics