Secretbook, come nascondere messaggi nelle immagini di Facebook

Ogni foto caricata sul social network può nascondere un messaggio segreto grazie all'estensione per Chrome creata da uno studente di Oxford.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-04-2013]

secretbook google chrome

La steganografia- la tecnica che permette di nascondere i messaggi - è un'arte molto antica che nella sua ultima incarnazione sfrutta le potenzialità di Facebook.

Uno studente di Oxford - il ventunenne Owen Campbell-Moore - ha infatti sviluppato un'estensione per Chrome che permette di nascondere dei messaggi nelle immagini che si caricano su Facebook.

Tale estensione si chiama Secretbook e consente di inserire nelle immagini in formato JPEG messaggi lunghi al massimo 140 caratteri, che si possono decifrare soltanto se si conosce la password.

In sé la modalità non è affatto inedita, come riconosce l'autore stesso di Secretbook; la novità sta nel fatto che il messaggio codificato sopravvive al caricamento su Facebook.

«In passato sono nati molti strumenti per la steganografia nei JPEG, ma hanno sempre richiesto che le immagini venissero trasmesse così come sono».

Sondaggio
Secondo te l'upload di file nei Gruppi di Facebook potrebbe incoraggiare la pirateria?
Sì - 41.0%
No - 41.3%
Non lo so - 17.6%
  Voti totali: 658
 
Leggi i commenti (3)

Il motivo sta nel fatto che il messaggio viene nascosto alterando in maniera pressoché invisibile il colore di alcuni pixel: sottoporre l'immagine a un qualsiasi processo che la modifichi (come il ridimensionamento o la compressione) causa la perdita irrimediabile del messaggio.

Per ovviare a questo problema lo studente ha riprodotto l'algoritmo usato da Facebook sulle immagini che vengono caricate, e l'ha inserito nell'estensione: in questo modo è la fasi di cifratura che si occupa di comprimere l'immagine proprio come farebbe Facebook, il quale - trovandosi il lavoro già fatto - non interviene più, preservando il messaggio.

Owen Campbell-Moore è cosciente delle obiezioni che sin da subito gli sono state mosse: molti, infatti, hanno fatto notare come questo sistema potrebbe essere adoperato da terroristi e criminali per scambiarsi messaggi senza che nessuno possa individuarli.

Lo studente ritiene tuttavia che questo scenario sia piuttosto improbabile poiché, dato che il sistema da lui sviluppato (nato dopotutto come progetto universitario, e non come applicazione intesa per un uso generalizzato) non è del tutto sicuro, chi tiene alla sicurezza dei propri messaggi non lo adopererà.

«Un ricercatore potrebbe di certo creare un sistema semplice per individuare quali immagini nascondono in sé messaggi segreti, ma prima dovrebbe accedere agli oltre 300 milioni di immagini che vengono caricati su Facebook ogni giorno» spiega Campbell-Moore, il quale aggiunge: «ed è un sistema che - sospetto - la NSA attualmente non possiede»

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)


In fondo, per ora, questa estensione è nata come progetto universatario quindi con intenti di studio e di sperimentazione e non di diffusione su larga scala per cui ci sta che abbia dei limiti. Piuttosto, suoi eventuali sviluppi futuri potrebbero aggirare i limiti attuali e renderlo uno strumento che, in effetti, potrebbe divenire... Leggi tutto
28-4-2013 10:52

{Pippo}
Mi pare tutto fumo e niente arrosto, ha sfruttato l'ipotesi che facebook non processi le immagini che non necessitano di compressione. E' sufficiente che FB applichi sempre un lieve processo di alterazione anche quando riceve un file apparentemente già compatibile; magari restringendo l'immagine di un pelo e... Leggi tutto
22-4-2013 21:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (6099 voti)
Maggio 2024
Imparare l'hacking
Il passaporto elettronico si farà alle Poste, anche nei comuni più grandi
Google infila la IA dappertutto
Il reddito universale di base secondo OpenAI
Windows 11 24H2 cripta tutti i drive all'insaputa dell'utente
L'app per snellire Windows 11 rimuove anche la pubblicità
Netflix, utenti obbligati a passare agli abbonamenti più costosi
Aprile 2024
La fine del mondo, di silicio
Enel nel mirino dell'Antitrust per le bollette esagerate
TIM, altre ''rimodulazioni'' in arrivo
L'algoritmo di ricarica che raddoppia la vita utile delle batterie
Hype e Banca Sella, disservizi a profusione
Falla nei NAS D-Link, ma la patch non arriverà mai
La navigazione in incognito non è in incognito
Le tre stimmate della posta elettronica
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 maggio


web metrics