Apple, anche Pegatron sfrutta i lavoratori

L'azienda di Cupertino di nuovo sotto accusa: il produttore dell'iPhone violerebbe costantemente i diritti dei propri dipendenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-07-2013]

pegatron apple condizioni lavoratori

Nel 2012, Apple era finito nel mirino dei difensori dei diritti dei lavoratori per le condizioni cui erano costretti a lavorare i dipendenti di Foxconn (in alcuni casi arrivati sino al suicidio).

Foxconn è una grande azienda cinese alla quale molte società occidentali si rivolgono per la produzione di hardware: Apple non era l'unica ad appoggiarsi a lei, ma era forse la più in vista grazie al successo dei vari iPhone, iPod e iPad.

Allora, Tim Cook in persona si era recato in Cina e aveva promesso miglioramenti; poi, Apple ha deciso di cambiare fornitore.

La scelta era caduta su Pegatron, piccolo produttore in crescita cui già l'azienda di Cupertino appaltava una parte ridotta della produzione di componenti per i propri iPhone; con l'iPhone 5 Pegatron è diventato il produttore di riferimento, soppiantando Foxconn.

Ora Apple si ritrova in una situaziona analoga a quella di oltre un anno fa: l'associazione americana China Labor Watch ha inviato degli "infiltrati" in Pegatron e scoperto che le condizioni di sfruttamento sono presenti anche in questa azienda.

Sondaggio
In quale modo la Rete ti assiste di pi per risparmiare?
Trovare gli stessi prodotti disponibili offline, ma a un prezzo inferiore
Accedere a beni introvabili nei negozi solitamente frequentati
Acquistare prodotti altrimenti inaccessibili senza sconti e promozioni online

Mostra i risultati (1807 voti)
Leggi i commenti (5)

Le varie aziende controllate da Pegatron, infatti, non solo pagherebbero con molto ritardo gli stipendi, ma non rispetterebbero gli standard ambientali e di sicurezza, fornirebbero condizioni di vita al di sotto di quanto ritenuto "dignitoso" (non bisogna dimenticare che in molte grandi aziende cinesi è normale vivere nelle strutture della società) e imporrebbe orari di lavoro troppo lunghi.

In particolare, i dipendenti arriverebbero a lavorare per 70 ore alla settimana e sarebbero costretti a fare straordinari. L'articolo continua dopo il video.

Le violazioni contestate sono in totale 86 e comprendo anche il lavoro minorile, un'insufficiente formazione dei lavoratori, difficoltà nel prendere congedo, inquinamento ambientale e assunzioni con discriminazione.

«Le nostre indagini hanno dimostrato che le condizioni di lavoro nelle fabbriche Pegatron sono anche peggio di quelli delle fabbriche Foxconn. Apple non ha tenuto fede alle proprie norme. Questo porterà i fornitori di Apple ad abusare del lavoro, al fine di rafforzare la loro posizione per la ricezione degli ordini. In questo modo, Apple sta peggiorando le condizioni dei lavoratori» ha spiegato Li Qiang, direttore esecutivo di China Labor Watch.

Sia Apple che Pegatron hanno negato ogni accusa; l'azienda di Cupertino ha per esempio affermato che le ore di lavoro negli stabilimenti di Pegatron, dal 2007, sono state 46 alla settimana. Tim Cook, inoltre, ha affermato che intende spostare parte della produzione negli Stati Uniti, ufficialmente per risolvere i problemi di «instabilità» di cui soffrirebbero le fabbriche asiatiche.

Inoltre

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Corea, polizia sequestra corpo del sindacalista suicida
Foxconn, operaie si prostituiscono per arrotondare
Apple, ancora lavoratori in condizioni disumane
iPhone in plastica e colorati, Steve Jobs si rivolta nella tomba
Apple, alla Foxconn le condizioni miglioreranno
Apple, alla Foxconn non si sta tanto male
Apple, ispezioni negli impianti di produzione Foxconn
Foxconn fa promettere ai dipendenti di non suicidarsi

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


@ Maary79 La lotta per il Potere sempre una continua tensione tra Oligarchia e Democrazia. In passato l'oligarchia assumeva le forme della tirannia, della monarchia, dell'aristocrazia, della teocrazia, eccetera. Oggi ha preso la forma della Plutocrazia, il dominio dei ricchi. La Plutocrazia, tra tutte le oligarchie (cio dominio di... Leggi tutto
31-7-2013 14:28

@ fuocogreco Hai messo il dito nella piaga: il pi fondamentale dei problemi proprio la disuguaglianza, che spropositata, ed non solo fra popoli differenti ma anche fra ceti diversi all'interno dello stesso popolo. I nostri governanti (nostri nel senso di tutto il mondo) dovrebbero pi che altro capire che senza un drastico... Leggi tutto
31-7-2013 14:10

E per "i nostri governanti" invece il contrario se non te ne sei accorto, per questo che vogliono modificare l'articolo 138 della Costituzione, vogliono fare quello che gli pare, senza ostacoli, senza ostruzionismo.... Casaleggio uno e vale per uno, il popolo da quanto tempo non viene ascoltato? :roll: Leggi tutto
31-7-2013 14:02

@Roberto 1960 Quoto in pieno il tuo commento. La globalizzazione del mondo del lavoro e dei consumi va al pi presto regolamentata se no assisteremo ( anzi stiamo gi assistendo) a destabilizzazioni di massa per le condizioni di TROPPA DISEGUAGLIANZA tra popolazioni come per esempio abbiam visto anche recentemente in Brasile .UN ... Leggi tutto
31-7-2013 13:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (450 voti)
Settembre 2019
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Tutti gli Arretrati


web metrics