Come impedire che Google usi la tua foto negli spot

Presto nelle pubblicità potranno apparire i volti e i nomi degli iscritti a Google Plus. Ecco come evitarlo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-10-2013]

google shared endorsement

Dal prossimo 11 novembre per tutti gli utenti di Google entreranno in vigore i nuovi Termini di Servizio, comprendenti alcune modifiche che potrebbero non piacere.

In particolare, a partire da quella data Google potrà adoperare il nome e la foto presenti nel profilo Google+ per associarli ai prodotti mostrati negli annunci pubblicitari. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il momento della giornata in cui ti senti più creativo?
Alla mattina presto
A metà mattinata
All'ora di pranzo
Nel primo pomeriggio
Nel tardo pomeriggio
All'ora di cena
Di sera
A notte fonda
In un qualsiasi momento
Non sono per niente creativo

Mostra i risultati (1988 voti)
Leggi i commenti
In pratica, accanto a un prodotto reclamizzato chiunque potrebbe veder apparire la propria faccia in qualità di testimonial quasi involontario: "quasi" perché saranno utilizzati soltanto i dati di coloro che avranno compiuto una qualsiasi azione in relazione a quel prodotto, ossia avranno espresso il proprio apprezzamento (cliccando sul pulsante +1), l'avranno commentato o saranno diventati follower della pagina che ne parla.

Così, per esempio, valutare positivamente un album musicale su Google Play dal proprio telefonino permetterà a Google di mostrare agli amici la foto e il nome a fianco della pubblicità di quel disco.

google shared endorsement

Nella pagina successiva vi spieghiamo come evitare che questo avvenga.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Disattivare i Consigli Condivisi

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Find My Face, il riconoscimento facciale di Google+
Le aziende sbarcano su Google+
Google+ si aggiorna
Google+ a confronto con Facebook
Google+ è più sicuro di Facebook?

Commenti all'articolo (2)


@Roberto1960 L'ultima che hai scritto.... :wink:
18-10-2013 19:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Un collaboratore di Zeus News ci ha posto il quesito: "Mio figlio ha ormai 8 anni, che grosso modo è l'età in cui io ho ricevuto il Commodore 16 (avevo 9 anni). Lui per Natale vorrebbe un tablet. Che cosa gli regalo?" Secondo voi, è meglio regalare...
Un tablet
Un notebook
Un Pc
Un Commodore 16
Qualcos'altro

Mostra i risultati (2205 voti)
Dicembre 2019
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Tutti gli Arretrati


web metrics