Le app che in segreto minano Bitcoin

Se il telefonino si scalda troppo o la batteria dura troppo poco, forse c'è un malware all'opera.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-03-2014]

dogecoin

Quando si installa un'app sul proprio smartphone bisogna fare molta attenzione: fidarsi ciecamente non è una mossa saggia.

Lo sanno coloro che hanno scaricato Songs e Prized, due software per Android fino a poco fa presenti su Google Play e ora rimosse.

I loro utenti notavano che dopo l'installazione di quelle app, il loro telefonino tendeva a scaldarsi molto più di prima; inoltre, la durata della batteria si riduceva drasticamente.

Il motivo è semplice: in segreto, le app facevano qualcosa di cui l'utente non era consapevole.

Questo qualcosa era il mining, ossia la generazione, di Bitcoin, Litecoin e Dogecoin, due valute digitali concettualmente simili alla sorella più famosa.

Tutto ciò ha coinvolto non pochi utenti: si calcola che Songs sia stato scaricato tra 1 milione e 5 milioni di volte e che Prized abbia invece avuto tra 10.000 e 50.000 download.

Sondaggio
Scegli una risposta e poi leggi questa pagina.
E' nato prima il telefono
E' nato prima il fax

Mostra i risultati (2088 voti)
Leggi i commenti (8)

«I telefoni non offrono prestazioni sufficienti per fungere da miner in maniera efficiente» spiega Trend Micro, che non ha remore a definire le funzioni nascoste malware.

«Gli utenti noteranno presto un strano comportamento: si accorgeranno delle ricariche lente e dei telefonini eccessivamente caldi, che renderanno la presenza dei miner non particolarmente nascosta. Sì, si può ottenere denaro in questo modo, ma a un ritmo glaciale».

Ovviamente, gli utenti delle app non sono i destinatari delle monete digitali generate: queste finiscono direttamente nei portafogli di coloro che hanno realizzato i software.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Un'altro modo subdolo per arricchirsi. Ma come, io ho sempre saputo che se scarichi le app da google play sei al riparo da problemi :roll:
31-3-2014 22:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (2259 voti)
Febbraio 2023
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 febbraio


web metrics