Il WC che funziona senz'acqua

L'utilizzo non è diverso da quello dei sanitari tradizionali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-05-2014]

dryflush

Secondo Kristina Von Kroug, che vive spostandosi continuamente ed è quindi una specie di esperta nel campo, si tratta del «WC che cambierà il mondo».

La meraviglia in questione si chiama DryFlush ed è un WC compatto che non usa acqua, diventando quindi la soluzione perfetta per «quelle aree con pessime tubature e condizioni saniterie, case lontane dalla rete idrica, barche e via di seguito».

L'utilizzo non è diverso da quello dei sanitari tradizionali; l'unica differenza apprezzabile sta nel fatto che la tazza sembra rivestita da un foglio di stagnola. Ciò che cambia davvero è però quello che avviene dopo.

Anziché ripulire il WC con un getto d'acqua, DryFlush sigilla il "prodotto" in quella che sembrava stagnola - ed è in realtà un materiale speciale - preparandosi, in una trentina di secondi, ad accogliere un nuovo "cliente" traendo un nuovo rivestimento della tazza dal rotolo posto nella seduta.

Il pacchetto così ottenuto, perfettamente sigillato, si raccoglie in fondo al WC e finisce in una sacca che raccoglierà anche tutti i pacchetti successivi; una volta che il rotolo è esaurito si provvede ad asportare il tutto, consegnandolo alle cure di una discarica.

Sondaggio
Secondo te quale di questi è il progetto (realizzabile) che cambierà di più le nostre vite?
L'accesso a Internet in tutto il mondo, tramite dirigibili o mongolfiere
Gli smartwatch
Le lenti a contatto con sensori e microcamera
L'hoverboard
L'auto che si guida da sola, senza pilota
Calico, contro l'invecchiamento o addirittura la morte
L'ascensore spaziale
I Google Glass
L'accesso a Internet in fibra ottica
Ara, lo smartphone modulare

Mostra i risultati (1954 voti)
Leggi i commenti (15)

Ecco, la vera perplessità su DryFlush sta proprio in quest'ultimo passaggio: se il destino finale di escrementi e sacchetti è occupare spazio in qualche discarica, la soluzione non è propriamente ecologica. L'azienda ha promesso però di stare lavorando su un'alternativa completamente biodegradabile.

DryFlush è in vendita a 420 dollari (completo di una batteria ricaricabile e di un rotolo), ossia circa 300 euro; ogni nuovo rotolo costa 49,95 dollari (più o meno 35 euro) ed è sufficiente per 15 - 17 usi.

Qui sotto, alcuni video mostrano DryFlush in funzione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Nel 2040 al mondo mancherà l'acqua
Energia dallo scarico del WC
La motoWC
Il WC che genera energia
Energia dalle feci in sei modi differenti
Giappone, WC vulnerabili ad attacchi via Bluetooth
La toilette più sexy del mondo
Toilet Bike Neo, metà WC e metà moto
Generatore a urina, sei ore di elettricità ogni pipì
Il WC che ricicla tutto e genera energia

Commenti all'articolo (4)

Senza futuro, al di fuori di situazioni particolari, in cui non si avesse altra scelta.
12-5-2014 12:48

{Lucio}
Quando è nata mia figlia ne ho comprato uno uguale per gettare i pannolini. Non credo che sia un'idea rivoluzionaria, ma che sia un'applicazione di un'idea già esistente.
7-5-2014 10:42

Anche costoso: 35 € per 15-17 bisognini...
6-5-2014 22:26

mi sembra una soluzione di... m***a! Anche in vista dei futuri scenari di lancio dei sacchetti. :cry:
6-5-2014 19:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali autorizzazioni hai concesso alle applicazioni presenti sul tuo dispositivo mobile?
Non limito l'accesso alle app sul mio dispositivo
Di solito concedo le autorizzazioni su richiesta e non ci penso più
Concedo le autorizzazioni a seconda dell'applicazione e delle sue funzionalità
Non posso modificare le autorizzazioni delle applicazioni

Mostra i risultati (1022 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics