Auto senza pilota, sul mercato tra soli 6 anni

Google ha già avviato trattative con diversi produttori di automobili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-05-2014]

google veicolo autonomo

Anche se Google tiene aggiornato il proprio pubblico sui progressi dell'auto che si guida da sola, vedere davvero questi veicoli sulle strade sembra un traguardo tanto lontano.

Invece, ci vorranno appena sei anni. A rivelarlo è il direttore del progetto Chris Urmson al Wall Street Journal, aggiungendo: «Al momento stiamo pensando a come portare quest'auto sul mercato».

Il punto su cui Google è indecisa è se creare un proprio veicolo dotato della tecnologia necessaria oppure se rendere disponibili le proprie soluzioni ai produttori di auto, con i quali - afferma Urmson - sono già avviate trattative.

In ogni caso, «arriverà un giorno in cui ci sarà un gran numero di auto con il software di Google a bordo», secondo le previsioni di Urmson.

Il progetto per creare un'auto in grado di guidarsi da sola è iniziato soltanto nel 2009 presso i Google X Lab, la divisione che si occupa di progetti apparentemente "folli" e a lungo termine; in questi anni, il gigante di Mountain View sembra essersi concentrato sempre di più su questa avventura.

Sondaggio
Secondo te quale di questi è il progetto (realizzabile) che cambierà di più le nostre vite?
L'accesso a Internet in tutto il mondo, tramite dirigibili o mongolfiere
Gli smartwatch
Le lenti a contatto con sensori e microcamera
L'hoverboard
L'auto che si guida da sola, senza pilota
Calico, contro l'invecchiamento o addirittura la morte
L'ascensore spaziale
I Google Glass
L'accesso a Internet in fibra ottica
Ara, lo smartphone modulare

Mostra i risultati (1949 voti)
Leggi i commenti (15)

Non tutti, peraltro, condividono l'ottimismo di Urmson. Bryant Walker Smith, dello Stanford University's Center for Automotive Research, ritiene che qualunque auto senza pilota immessa sul commercio tra appena sei anni debba per forza di cose essere «limitata in termini di capacità, disponibilità, e geografia».

Anche Arturo Corral, che per Google compie i test sui veicoli autonomi, ritiene che i tempi certamente ancora non siano maturi, sebbene non si azzardi a fare previsioni.

Vi sono infatti ancora problemi da risolvere, e non si tratta di cose da poco; per esempio, quando piove molto l'auto di Google chiede all'autista di prendere il controllo, non riuscendo più a destreggiarsi da sola.

«C'è ancora molta strada da fare» conclude Corral.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google e i veicoli autonomi: 11 incidenti in sei anni
La Cadillac senza pilota è quasi pronta
L'auto di Google senza pilota non funziona quando piove
Auto senza pilota, i contro
Google costruisce prototipo dell'auto che si guida da sola
L'auto senza pilota di Google affronta pedoni, parcheggi e incroci
L'auto senza conducente che può anche volare
Un ampio ufficio nell'auto che si guida da sola
Il progetto di Volvo per l'auto senza conducente
Cento milioni di auto senza conducente nel 2035
Singapore sperimenta l'auto che si guida da sola

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Sì, per una minoranza non ci sono dubbi.
21-5-2014 18:27

Qualcuno che le potrà avere ci sarà sicuramente, forse caleranno quelli che se le possono permettere ma ci saranno sicuramente. Salvo che non ci sia il crollo definitivo della nostra società ma credo che non sarà nei prossimi 10 anni...
19-5-2014 08:16

Purchè i prossimi 10 anni vadano abbastanza bene da poterle avere le auto nuove!
19-5-2014 00:03

Prima di tutto bisogna vedere se l'assicurazione paga i danni oppure no, credo che, per ora, non ci sia proprio alcuna considerazione di questa possibilità nei contratti assicurativi come pure nei codici di circolazione di qualsiasi stato, quindi, per rispondere alla tua domanda, bisognerà attendere che l'uso di questi veicoli venga... Leggi tutto
17-5-2014 14:30

Come già si è detto e discusso in questo forum su altri articoli riguardanti il medesimo argomento credo che 6 anni per l'immissione sul mercato di queste auto siano una sparata assai ottimistica.
17-5-2014 14:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1456 voti)
Giugno 2020
Windows 10, il nuovo Edge ha iniziato a rimpiazzare il vecchio
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Tutti gli Arretrati


web metrics