Il regista che voleva il suo film su The Pirate Bay

Era l'unico modo per farlo uscire dalla prigione del copyright.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-08-2014]

suzy q

Se c'era bisogno di una prova di come il copyright non aiuti la diffusione delle opere, ma anzi riesca a ostacolarla, eccola qui.

Martin Koolhoven è un regista olandese che nel 1999 ha realizzato un film, Suzy Q.

A metà dello scorso luglio, sul suo account Twitter, ha scritto un post decisamente particolare: «Qualcuno può caricare Suzy Q su The Pirate Bay?».

Perché mai un regista dovrebbe chiedere agli utenti di Internet di piratare un suo film? Semplice: perché quel film è virtualmente scomparso a causa dei diritti d'autore.

Nella pellicola sono incluse diverse canzoni di artisti famosi, come i Rolling Stones o Jimi Hendrix. Dato che le licenze per adoperare quei brani sono scadute e nessuno le ha rinnovate, la distribuzione del film è bloccata: nessuno, in pratica, può più vederlo.

«Per me, è stato come se il film fosse morto» ha dichiarato Koolhoven al sito TorrentFreak.

Così, in un tentativo di risurrezione, il regista s'è rivolto alla Rete, che ha risposto subito. Entro poche ore la prima copia del film è apparsa su The Pirate Bay, e altre l'hanno poi seguita.

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1587 voti)
Leggi i commenti (7)

La storia, però, non finisce qui. Insoddisfatto della qualità delle copie disponibili in Internet, Koolhoven ha deciso di intervenire in prima persona e ha caricato una versione del film a qualità più alta su YouTube, versione che è ancora disponibile.

Il regista si aspettava che Google la rimuovesse in breve tempo. Invece, YouTube si è limitata a chiedergli se possedesse i diritti sulle canzoni; dato che non li aveva, il sito ha deciso di dirottare i proventi pubblicitari verso gli autori dei brani, e la questione s'è chiusa lì.

«Il film è ancora su YouTube» ha fatto sapere il regista. «E c'è gente che ha iniziato a mettere a disposizione torrent di Suzy Q a qualità più alta su Pirate Bay. Si può trovare persino una versione a 720, mi dicono».

Martin Koolhoven, pur non possedendo i diritti legali sul film, ritiene di avere quelli morali e incoraggia tutti a scaricare la pellicola; è convinto che tutti i film debbano essere disponibili online, se la cosa è fattibile dal punto di vista commerciale, perché l'esperienza di una sala cinematografica resta comunque diversa e unica, e quindi ciò non dovrebbe danneggiare i gestori delle sale.

«Tutti possono andare su The Pirate Bay e scaricare una copia [di Suzy Q]. In realtà non si dovrebbe, ma dò il mio permesso di scaricare Suzy Q» ha dichiarato Koolhoven in un'intervista.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Canzone vecchia di 80 anni, Warner fa causa a un bar
Regista di film a luci rosse fa scherzone ai pirati
Paulo Coelho e altri 5.000 artisti supportano The Pirate Bay

Commenti all'articolo (5)


Ennesima prova che le cosiddette major sono solo dinosauri condannati all'estinzione. Ma sfruttano il loro potere per imbrogliarci e resistere nella loro posizione di privilegio consolidato.
20-8-2014 16:03

{Gino tavera}
Ricordiamoci di aggiungere questi link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/148784]link (in italiano) Se andiamo alla ricerca di altro non sarà un caso isolato da minimizzare (trascurare). Il copyright può essere peggio della pirateria.
18-8-2014 09:37

E' esattamente questo il punto. E la stessa cosa vale per il rapporto mp3/concerti. Leggi tutto
15-8-2014 12:54

Lui ci da il suo permesso, ma non ha il permesso di darcelo :mrgreen:
14-8-2014 12:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (821 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics