Il triciclo elettrico di Toyota verrà utilizzato per il car sharing

A Grenoble oltre 70 veicoli elettrici saranno a disposizione dei cittadini.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-08-2014]

iroad triciclo elettrico toyota

i-ROAD, il triciclo elettrico presentato da Toyota un anno e mezzo fa, si prepara a conquistare la città di Grenoble.

A ottobre partirà infatti nel capoluogo francese il progetto Smart City, voluto da Toyota e dall'amministrazione cittadina, pensato per integrare le modalità pubbliche e private di trasporto.

Una settantina di veicoli - tra i-ROAD e COMS - verranno messi a disposizione degli abitanti di Grenoble, che potranno prelevarli in uno degli appositi parcheggi e adoperarli per spostarsi fino a raggiungere un altro parcheggio egualmente abilitato.

L'idea è fornire non soltanto un mezzo pratico (in quanto sia il triciclo che le auto elettriche COMS sono più piccole delle vetture tradizionali) ed ecologico per spostarsi in città, ma anche aiutare i pendolari e fare a meno di mezzi personali.

Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (2051 voti)
Leggi i commenti (20)

Per esempio alla mattina potranno raggiungere uno dei veicoli elettrici del piano Smart City, guidare fino alla stazione e prendere il treno per andare al lavoro, per poi seguire il procedimento inverso alla sera: ciò dovrebbe permettere di ridurre il traffico e aumentare la flessibilità dei trasporti.

Il programma prevede una durata di tre anni ed è modellato su un'analoga iniziativa che già si sta svolgendo in Giappone.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La sharing economy in tempo di crisi affascina gli italiani
Car2go, il car sharing conquista Milano
Da Toyota un triciclo da città
Con Toyota il car sharing diventa condominiale
Miracolo elettrico a Milano

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5281 voti)
Luglio 2021
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 luglio


web metrics