Amazon vuole la Cina e sfida Alibaba

L'azienda di Jeff Bezos pronta ad aprire una sede nella zona di libero scambio a Shanghai.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-08-2014]

amazon shanghai

Amazon è un colosso mondiale dell'e-commerce, ma c'è un Paese dove deve accontentarsi delle briciole: la Cina.

Lì la creatura di Jeff Bezos deve accontentarsi dell'1,9% del mercato, lasciando la parte del leone ad Alibaba.

Ora, però, grazie all'apertura di una nuova zona speciale di libero scambio vasta 28 chilometri quadrati a Shanghai, le cose stanno per cambiare: Amazon ha infatti annunciato che vi aprirà una sede, seguendo l'esempio di colossi come Microsoft e diverse banche.

L'idea è che un magazzino con centro logistico sito nell'area possa rappresentare la chiave per guadagnare un altro 2% del mercato cinese dello shopping online.

Sondaggio
L'amazonite ...
Una pietra (semi)preziosa.
La spasmodica ammirazione per un popolo di donne guerriere.
Lo shopping compulsivo e la dipendenza patologica da un noto negozio online.
Nessuna di queste. In italiano si scrive amazzonite ;)

Mostra i risultati (1314 voti)
Leggi i commenti

«Avremo tariffe più basse e tempi ridotti per le consegne entrando nella zona di libero scambio, quindi ci saranno diversi benefici» spiega Diego Piacentini, vicepresidente di Amazon.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La città delle decorazioni natalizie
Oltre 900 scrittori contro Amazon: ''Boicotta i nostri libri''
Amazon lancia la stampa 3D on demand
Amazon introduce la tariffa flat per gli ebook
Amazon nel mirino del fisco europeo
Amazon venderà alimentari anche in Europa
A Novara il secondo magazzino italiano di Amazon

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Facebook un gran bel social network, per...
... genera dipendenza e condiziona la mia vita reale.
... mi rende pi ansioso o pi depresso del solito.
... non c' nessun "per".
... non lo uso.

Mostra i risultati (2402 voti)
Aprile 2020
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Tutti gli Arretrati


web metrics