La Cadillac senza pilota è quasi pronta

Grazie a Super Cruise l'autista può lasciare volante e pedali senza pericolo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-09-2014]

CadillacSuperCruise01

Mentre Google è alle prese con i problemi meteorologici di cui soffre la sua auto senza pilota, General Motors si appresta a lanciare un veicolo quasi autonomo entro due anni.

Nel 2016, infatti, debutterà un'auto marchiata Cadillac ed equipaggiata con la tecnologia Super Cruise, una sorta di evoluzione dell'attuale e noto sistema di cruise control.

Grazie ai sensori, l'auto in quel modo equipaggiata non sarà soltanto in grado di mantenere la velocità, ma sarà anche capace di restare all'interno della corsia e frenare in caso sia necessario.

In realtà, il prototipo su cui GM sta lavorando è in grado di fare molto di più: per esempio, può già sterzare autonomamente se incontra degli ostacoli; ma ciò che arriverà sul mercato entro due anni dovrà per forza essere limitato a causa della mancanza di leggi e standard che regolino questa tecnologia.

Inoltre, la Cadillac del 2016 sarà anche equipaggiata con la tecnologia Vehicle to Vehicle (V2V) che, tramite una connessione LTE, scambierà informazioni con le altre auto ugualmente attrezzate.

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1665 voti)
Leggi i commenti (7)

L'area metropolitana di Detroit si sta preparando al giorno in cui questo sistema di comunicazione sarà diffuso e installerà telecamere e sensori sulle autostrade; questi strumenti forniranno dati alle auto, le quali avranno così a disposizione più informazioni per poter regolare la marcia, intervenendo anche quando il guidatore non è in grado di vedere un'emergenza.

Per esempio, un'auto che frena all'improvviso a tre o quattro veicoli di distanza in avanti è quasi invisibile per un autista umano, ma un'auto collegata ai sensori dell'autostrada ne sarà cosciente immediatamente e potrà agire per evitare tamponamenti.

Dal punto di vista tecnico, i veicoli equipaggiati con tecnologia V2V inviano informazioni - come la velocità e la posizione - 10 volte al secondo nella banda dei 5,9 GHz; le altre auto le ricevono e possono regolarsi di conseguenza. L'articolo continua dopo il video.

Quando arriverà sul mercato, Super Cruise permetterà al guidatore di togliere le mani dal volante e dai pedali (anche se non è chiaro per quanto tempo) ma secondo GM richiederà comunque che l'autista ponga attenzione alla strada, condizione che verrà probabilmente verificata con dei sistemi di tracciamento dello sguardo e della posizione della testa.

CadillacSuperCruise02

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'auto a energia eolica
L'auto di Google senza pilota non funziona quando piove
Una finta città per testare le auto senza pilota
Google costruisce prototipo dell'auto che si guida da sola
Auto senza pilota, sul mercato tra soli 6 anni
L'auto senza pilota di Google affronta pedoni, parcheggi e incroci

Commenti all'articolo (3)

{Sirmionovic}
Quoto anonimo e Gladiator. Sarebbe un'ecatombe. L'intervento in caso di emergenza è una pazzia burocratica, che porterebbe il guidatore ad essere responsabile della situazione in cui l'ha messo l'automobile (e chi l'ha programmata). Una pazzia burocratica, appunto...
20-9-2014 21:04

Mi sbaglierò ma ritengo che un dispositivo che: mi sembra piuttosto pericoloso poiché, in caso di emergenza, i tempi di reazione dell'autista - che non ha piedi sui pedali, mani sul volante ma probabilmente sta facendo altro con le mani stesse e un livello di attenzione comunque inferiore a quello che si ha mentre si guida -... Leggi tutto
17-9-2014 19:12

{utente anonimo}
ma c'è già sulle vw e audi, è un optional che si chiama assist pack e costa circa 1.000 euro. A parte il v2v non mi sembra una novità.
16-9-2014 13:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te in quale settore si faranno sentire maggiormente gli effetti positivi dell'Agenda Digitale?
La comunicazione
La scuola
L'accesso alle informazioni e ai contenuti culturali
La modalità di interazione con la Pubblica Amministrazione
Il Servizio Sanitario
La qualità dell'ambiente e dell'aria
La qualità della vita
Il costo della vita
La vivibilità delle grandi metropoli con la creazione di Smart City
La trasparenza
Risparmi per lo Stato e per il cittadino
Riduzione del digital divide
L'Agenda... de che?

Mostra i risultati (1091 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics