Levi's e Lee allargano le tasche dei jeans per l'iPhone 6

Gli smartphone diventano più grandi e le aziende di abbigliamento si adeguano.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-10-2014]

iphone 6 tasche jeans

Tenere in tasca un iPhone 6 Plus, con le sue dimensioni esagerate (per lo meno rispetto alle precedenti generazioni del melafonino) non è sempre impresa facile, tantopiù che il rischio di piegarlo, per quanto remoto, è reale.

È vero, i phablet esistono ormai da qualche tempo ma soltanto ora che anche Apple è entrata nella mischia sembra che tutti si siano accorti come le tasche di certi pantaloni siano semplicemente inadatte a ospitare i preziosi dispositivi.

Il fenomeno non è sfuggito alle più note aziende di abbigliamento, che infatti si stanno attrezzando di conseguenza: come segnala Mashable, marche del calibro di American Eagle, Levi's, L.L. Bean, J. Crew e Lee Jeans stanno affrontando il problema.

American Eagle, per esempio, afferma che i jeans da uomo «sono già in grado di ospitare i telefoni più grandi come l'iPhone 6», mentre per quelli da donna la riflessione è ancora in corso.

Levi's si lancia invece sul filosofico e parla di una consonanza di intenti con il fondatore di Apple: «Il nostro mantra, come quello di Steve Jons, sarà sempre quello di progettare prodotti che aiutino le persone a vivere un po' meglio», il che dovrebbe lasciare intendere - immaginiamo - che i jeans di questa marca sono a prova di iPhone.

Sondaggio
Secondo te qual è tra questi il miglior smartphone del momento? Confronta i risultati con quelli del sondaggio precedente (primavera/estate 2014)
Apple iPhone 5S - 8.2%
Apple iPhone 6 - 14.2%
BlackBerry Q10 - 3.2%
Google Nexus 5 - 10.9%
HTC One M8 - 6.8%
LG G3 - 9.3%
Nokia Lumia 1020 - 4.1%
Nokia Lumia 1520 - 4.9%
OnePlus One - 6.5%
Samsung Galaxy Note 4 - 11.0%
Samsung Galaxy S5 - 20.9%
  Voti totali: 1762
 
Leggi i commenti (13)

L.L. Bean preferisce non lasciare nulla al caso e afferma di adoperare normalmente iPhone e smartphoen Samsung per assicurarsi che le tasche dei nuovi modelli possano ospitarli, e conclude serena: «L'iPhone 6 ora sta in tasca».

Sulla stessa linea si muove J.Crew mentre Lee Jeans non s'è ancora concretamente impegnata ad assicurarsi che i suoi prodotti riescano a far spazio all'ultimo iPhone, ma afferma di aver sempre tenuto in conto esigenze si questo tipo.

È quasi incredibile ma l'arrivo dell'iPhone 6 Plus ha trasformato una preoccupazione che finora appariva secondaria in una questione seria, specialmente dal punto di vista di chi produce i pantaloni: se il telefonino non ci sta, potrebbero persino perdere clienti.

D'altra parte, il fatto che soltanto nel primo weekend l'iPhone 6 sia stato ordinato da 10 milioni di persone fa sì che non si possa archiviare il tutto come semplici "fisime", e testimonia la potenza del marketing di Apple, tuttora in grado di guidare le mode, persino in un settore diverso dal proprio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple sapeva che gli iPhone 6 tenuti in tasca si sarebbero piegati
Hai un tatuaggio? L'Apple Watch funzionerà male
Nuovi smartphone ''inviolabili'', governi e polizie indignate
Apple: solo 9 lamentele per il bendgate
L'iPhone 6 si piega in tasca

Commenti all'articolo (5)

E' vero ma la mia considerazione sociologica mi è venuta spontaneamente... Ciao. Leggi tutto
4-10-2014 17:59

Sì ma oltre che ingrandirla la tasca dovranno foderarla in ghisa o, almeno, in duralluminio di adeguato spessore altrimenti l'iCoso si piega ugualmente... poi sai che comodità sedersi... :lol: :lol: :lol:
4-10-2014 14:59

parliamo di marketing, mica di sociologia. E allora. ripristinimo allargandola la tasca laterale dei jeans anni '60, quella nata per contenre il metro lineare snodabile... :-) Anche perché coi culoni medi americani, li voglio vedere a sedercisi sopra all'i...XYZ ipertrofico!
4-10-2014 12:08

Questo è un'esempio dei più classici di come si sia spinta avanti la globalizzazione e l'omologazione dei prodotti ( in questo caso made in USA )..... :(
3-10-2014 14:41

Chi ? :shock: Va beh, bisogna dire che in questo caso Apple è arrivata ultimissima, tutti gli altri produttori hanno già da tempo modelli da 5" e oltre in catalogo, la mela si è solo adeguata al trend, non l'ha creato come invece è avvenuto in tante altre occasioni =) Leggi tutto
2-10-2014 20:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1658 voti)
Luglio 2019
Galileo fuori uso da quattro giorni, forse è colpa di un guasto in Italia
Lo pneumatico senz'aria di Michelin e GM
Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Giugno 2019
Quattordicenne crea malware che rende inutilizzabili i dispositivi IoT
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Google cambia la ricerca: i siti non appariranno più di due volte
Google Maps, arriva il tachimetro in tempo reale
Tutti gli Arretrati


web metrics