Il malware che infetta iPhone e Mac via Usb

Il trojan ha colpito centinaia di migliaia di dispositivi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-11-2014]

wirelurker ios osx arresti

Dall'inizio di novembre un malware giunto dalla Cina ha ricevuto notevole attenzione per la sua capacità di attaccare sia i dispositivi con iOS che quelli con Mac OS X: WireLurker.

Identificato da Palo Alto Networks, è un trojan attivo da crica sei mesi e che si diffonde tramite alcune applicazioni per OS X infettate: si tratta di quasi 500 software scovate sul Maiyadi App Store, un servizio cinese, non gestito da Apple, simile al Mac App Store.

Si calcola che queste applicazioni siano state scaricate quasi 400.000 volte, e che siano così riuscite a infettare centinaia di migliaia di utenti.

C'è di più: una volta installatosi su un PC con OS X, Wire Lurker attende che un dispositivo con iOS venga connesso al computer via USB. È infatti in grado di sfruttare questa connessione per infettare l'iPhone, l'iPod o l'iPad - anche se non è stato effettuato il jailbreak - con una tecnica simile a quella adoperata da Masque Attack, sfruttando le procedure per l'installazione di app aziendali.

Sebbene gli scopi di questo malware non siano del tutto chiari, si sa che esso è in grado di accedere alle rubrica e ai messaggi di iMessage; considerato tutto ciò, si capisce perché questo malware sia stato preso particolarmente sul serio da Apple e dagli utenti.

Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilità di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
È una novità giusta e moderna.
È un obbligo (costoso) in più, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarà lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2531 voti)
Leggi i commenti (24)

Un comunicato della polizia cinese sul social network Sina Weibo rivela ora che tre persone, accusate «di aver sviluppato e distribuito» WireLurker, sono state arrestate, e che tutti i siti che lo distribuivano - consapevolmente o meno - sono stati chiusi.

I tre sospetti sono stati scovati - grazie al lavoro della Qihoo 360 Technology, società che si occupa di sicurezza - a Pechino ma la loro identità non è stata diffusa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Malware, attacchi al Mac moltiplicati nel 2015
Masque Attack installa malware su iPhone al posto delle app
Attacchi mirati sotto forma di curriculum vitae
Il trojan che ti promette pizza gratis
Virulento il falso avviso dell'Agenzia delle Entrate
30mila lettere a presunti pirati, con trojan allegato

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Ciao MaXXX, no, non Ubuntu, il pc ha già 4 - 5 anni e solo 1 gb di ram, gli ho detto di aumentarlo, ne porterebbe 4 al max, ma non vuole spenderci...e poi aveva fretta, dovevo istallargli qualcosa di diverso insieme a Seven, che nonostante glielo avessi ripristinato neanche un anno fa aveva diversi problemi. Gli ho messo Semplice, in... Leggi tutto
30-11-2014 02:28

Bella discussione. Mk66 grazie per la risposta io sono suonato mi era venuto in mente il discorso vulnerabilità ma rileggendo bene l'articolo se installo roba non fidata addio in ogni caso su ogni os :oops: :roll: @Maar79 io alla tua amica gli farei aggiornare ogni tanto linux (gli hai messo ubuntu?) è difficile che si creino... Leggi tutto
26-11-2014 17:22

Ora vado un anch'io OT, tanto io sono sempre quella che non centra!! :wink: Ma stiamo ancora parlando di virus? :?: L'utente maldestro o che vuole smanettare può fare più danni di quello inesperto che certe cose non le sa e non le vuole sapere. Con Linux...a volte, un semplice aggiornamento di sistema può fare più danni che l'utente... Leggi tutto
24-11-2014 16:52

MK66 ha scritto: E anche se qualcuno si offenderà, è la pura verità. Fine OT. :P Leggi tutto
23-11-2014 20:36

:malol: :malol: :malol: (tieni comunque conto che, se si diminuisce, perdiamo anche il minimo supporto hardware che abbiamo ottenuto in questi ultimi anni... :wink: ) Leggi tutto
23-11-2014 15:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (364 voti)
Ottobre 2020
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Tutti gli Arretrati


web metrics