Il pene robot che ripristina il piacere

Da un'idea italiana arriva una protesi innovativa che funziona proprio come l'organo originale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-04-2015]

robot penis pisa sant anna

Se le protesi robotiche per le mani si stanno dimostrando sempre più efficienti, perché non pensare a come sostituire anche altre parti del corpo?

Per esempio, alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa hanno ideato Robot Penis, la prima «protesi robotica dell'organo sessuale maschile».

Il pene robot fa parte delle otto idee «per un futuro smart e sostenibile» fiorite durante il corso High-tech business venturing e presentate a un gruppo di potenziali investitori e imprenditori.

Gli ideatori - Sergio Tarantino, Andrea Cafarelli e Alessandro Diodato - volevano una soluzione che permettesse di superare i limiti degli attuali interventi di sostituzione o impianto del pene, creando una protesi il cui funzionamento fosse «il più vicino possibile rispetto a quello dell'organo naturale».

«La possibilità di controllare la protesi tramite il pensiero e gli stimoli nervosi, garantendo alla persona che la "indossa" il piacere sessuale grazie al sistema di sensorizzazione, rendono questo sistema come particolarmente innovativo rispetto alle soluzioni attuali» hanno spiegato i tre ideatori.

Sondaggio
Qual è il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1758 voti)
Leggi i commenti (5)

Allo stato attuale, infatti, la ricostruzione del pene - falloplastica - permette di recuperare la percezione del piacere soltanto limitatamente, e permette a chi vi si è sottoposto di avere un'erezione soltanto tramite controllo manuale.

Con Robot Penis, invece, «ci poniamo l'obiettivo di fornire una soluzione terapeutica alternativa rispetto alla tradizionale chirurgia plastica».

I tre ideatori del progetto sono ora alla ricerca di finanziamenti e sperano di poter realizzare il primo prototipo funzionante entro i prossimi 12 mesi, così da immettere la protesi sul mercato entro pochi anni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il chip nel cervello che restituisce il senso del tatto
La gabbia toracica in titanio stampata 3D
Il piede artificiale che si controlla col pensiero

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Anche quella è una forma di aiuto... :wink:
21-6-2015 12:49

Mah!da quello che si sente in giro,sembra ce ha bisogno di essere castrato, non di aiuti!! Leggi tutto
19-6-2015 09:38

Ecco... mi sembrava che ci fosse un personaggio pubblico che sarebbe stato sicuramente interessato... mi sono impegnato molto senza riuscire a farmi venire in mente il nome... :twisted: mi sembra che ci sia coinvolto anche un condominio... chissà se anche quello lo considererà una benedizione... :roll:
3-6-2015 21:19

Sta per finire l'era del monopolio di Rocco :twisted: :twisted:
23-4-2015 16:29

{utente anonimo}
Pene robot, pene robot! Si trasforma in un fallo missile con motore a mille valvole...
23-4-2015 15:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai dei rimpianti per la tua vita finora?
Avrei voluto vivere la vita secondo le mie inclinazioni e non secondo le aspettative degli altri.
Ho fatto l'amore meno di quanto mi sarebbe piaciuto.
Non avrei voluto lavorare così duramente.
Ho viaggiato meno di quello che avrei voluto.
Avrei voluto avere il coraggio di esprimere di più alcuni miei sentimenti.
Avrei voluto restare di più in contatto con i miei amici e di chi mi ha voluto bene.
Ho guadagnato meno soldi di quanto avrei desiderato.
Avrei voluto consentirmi di essere più felice.

Mostra i risultati (2692 voti)
Febbraio 2020
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Tutti gli Arretrati


web metrics