Adult Friend Finder, rubati i dati di 3,9 milioni di utenti

Informazioni private e imbarazzanti sulle preferenze sessuali saranno usate per spam e ricatti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-05-2015]

adultfriendfinder dati rubati

Il furto di dati personali è già abbastanza seccante, ma se a essere colpito è uno dei maggiori siti di incontri per adulti la cosa diventa anche imbarazzante.

Secondo quanto riporta Channel 4 News UK, nel cosiddetto deep web c'è una lista con i dati di ben 3,9 milioni di utenti di Adult Friend Finder.

Le informazioni pubblicate comprendono nomi, indirizzi, indirizzi email, nomi utente, date di nascita, gli indirizzi IP usati dai vari utenti ma anche le preferenze sessuali e se ogni utente sia in cerca di relazioni extraconiugali.

Tra i dati pubblicati ci sono anche quelli di persone che avevano già cancellato il proprio account da tempo: evidentemente, pur disattivando l'account, il sito ha conservato le informazioni.

Le indagini di Channel 4 hanno portato al forum su cui i dati sono stati pubblicati; secondo il sito inglese gli hacker che hanno effettuato il furto ammettono di voler utilizzare queste informazioni per campagne di spam, ma c'è ovviamente anche la possibilità di un uso a fini di ricatto.

Sondaggio
Qual Ŕ il momento tra questi in cui avverti il maggior bisogno di privacy?
Leggo gli annunci di lavoro in ufficio
Spio un/una mio/a ex sui social network
Utilizzo i social network in ufficio
Consulto l'online banking
Guardo foto o filmati a luci rosse
Invio o guardo foto private
Faccio shopping online

Mostra i risultati (1791 voti)
Leggi i commenti (5)

Tra gli utenti ci sono infatti anche personalità pubbliche, membri del governo del Regno Unito e dell'esercito britannico, che certamente non gradirebbero una pubblicità di questo tipo.

FriendFinder Networks, l'azienda che gestisce il sito, sostiene di «comprendere la serietà del problema» e di aver «già iniziato a lavorare a stretto contatto con le forze dell'ordine». Inoltre afferma di aver affidato a degli esperti un'indagine privata.

Il furto di dati da Adult Friend Finder ha peraltro permesso di fare una statistica sull'utilizzo del sito: stando ai dati trafugati, il servizio viene utilizzato molto più dagli uomini che dalle donne, tanto che per ogni donna iscritta ci sono 16 uomini.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook, trafugati i dati di oltre mezzo miliardo di utenti
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Nuovo furto di immagini intime
Gmail, pubblicate le password di 5 milioni di account
Hacker rubano i dati di 4,5 milioni di pazienti ospedalieri
Twitter mette in crisi le coppie
Il sito a luci rosse che non lascia tracce nell'estratto conto

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

La stupiditÓ umana non ha limiti ne confini... :roll: Leggi tutto
30-5-2015 15:12

Esatto cesco67, giusta osservazione, guarda caso ci sono 16 uomini per ogni donna iscritta...che magari donna non Ŕ!! :twisted:
26-5-2015 09:45

IMHO anche gli utenti del sito sono un po' tonti... Ma come c@220 si fa a mettere i propri dati personali in siti del genere...
25-5-2015 08:59

{vallario}
che belle notizie, viva la privacy
24-5-2015 11:37

{Petronio}
E adesso quanti miliardi sborserà Adult Friend Finder per rifondere i danni ai propri clienti? Come? Zero?
23-5-2015 20:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (2019 voti)
Settembre 2021
Monopattini elettrici e assicurazione obbligatoria
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 settembre


web metrics