L'iPhone 6S nei negozi già a settembre, anche in rosa

Il gigante di Cupertino lancerà anche l'attesa nuova versione della Apple TV.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-08-2015]

iphone6s 18 settembre

Poco meno di un mese: tanto manca al debutto dell'iPhone 6S, che le ultime indiscrezioni vogliono in vendita già il prossimo 18 settembre.

Apple si sta muovendo in fretta: l'evento di presentazione pare essere stato fissato per il 9 settembre e, a stando a quanto riportano le voci di corridoio, già l'11 inizieranno i preordini.

Appena una settimana dopo, l'iPhone 6S (con schermo da 4,7 pollici) e il suo fratello maggiore iPhone 6S Plus (con schermo da 5,5 pollici), e forse anche l'"economico" iPhone 6C saranno nei negozi di Stati Uniti e Germania, o così almeno sostengono le fonti anonime.

Apple pare quindi essere stata presa dalla stessa frenesia che ha colpito Samsung, la quale la scorsa settimana ha presentato i suoi nuovi prodotti di punta: si preannuncia battaglia per l'autunno.

Per quanto riguarda l'elenco delle novità dell'iPhone 6S, di cui abbiamo avuto un assaggio alcuni giorni fa, pare che l'aspetto sia rimasto sostanzialmente invariato rispetto all'iPhone 6, salvo l'adozione di un corpo più robusto (e dunque leggermente più spesso) in grado di resistere alle piegature involontarie.

Sondaggio
Quanti cellulari hai cambiato negli ultimi cinque anni?
Nessuno, ho sempre lo stesso
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque
Tra sei e dieci
Più di dieci

Mostra i risultati (3571 voti)
Leggi i commenti (17)

Al di là delle ovvie migliorie subite dai componenti interni - un nuovo processore, un aumento della RAM a 3 Gbyte, sensori da 5 e 12 megapixel per le due fotocamere - buona parte del fascino del prossimo melafonino risiederà in iOS 9.

La combinazione di iOS 9 e della CPU A9 dovrebbero rendere particolarmente vivace nelle prestazioni l'iPhone 6S, che guadagna anche la funzione Force Touch già vista in azione sull'Apple Watch: in pratica, le funzioni eseguite dai vari pulsanti che compaiono a schermo cambiano a seconda della pressione esercitata con le dita.

iphone 6 rose gold 005

L'iPhone 6S dovrebbe debuttare in tutte le colorazioni tradizionali (bianco, nero, oro) e anche nella finora inedita colorazione oro rosa.

Per quanto riguarda il misterioso iPhone 6C, la cui apparizione in tempi brevi è tutt'altro che certa, le ultime indiscrezioni sostengono che avrà uno schermo da 5 pollici e una fotocamera posteriore da 8 megapixel con doppio flash a Led.

Un'ultima indiscrezione che si fa via via più insistente è quella secondo la quale insieme ai nuovi iPhone Apple voglia presentare anche una versione rinnovata della Apple Tv, che ormai ha davvero bisogno di un aggiornamento.

iphone 6 rose gold

Pare che la prossima versione potrà vantare un design rinnovato, più bello dal punto di vista estetico e migliore dal punto di vista funzionale; avrà inoltre un nuovo telecomando dotato di touch pad, come già si vociferava da un po', memoria interna più capiente, un sistema operativo basato su iOS 9, un AppStore dedicato e supporterà Siri, con cui si potranno impartire comandi vocali al televisore.

Con buona probabilità non sarà invece lanciato subito il servizio di contenuti in streaming, di cui si parla da qualche mese, il cui lancio sembra essere stato rimandato al 2016 a causa della lentezza dei grandi network televisivi nel firmare gli accordi necessari.

iphone 6 rose gold 001

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple, arriva l'iPad Pro
Samsung svela Galaxy S6 Edge+ e Galaxy Note 5
L'iPhone 6S sarà a prova di bendgate
Apple TV, arriva il telecomando touch
La TV in streaming di Apple arriva a giugno
L'iPhone 6 si piega in tasca

Commenti all'articolo (3)

{Anita}
Ma scusa che discorso è? Ma cosa può interessare ad Apple con le vendite record che regolarmente ottiene se siamo in recessione??? Beato chi compra ciò che gli serve non chi usa, vorrai dire!!!!Cmq pare siano proprio quelli ad incrementarla la recessione!!!
28-8-2015 01:13

{Ivan}
Nessuna novità di rilievo. A parte il solito aggiornamento forzato ma quelli che sborsano ci sono abituati. Aspetto fiducioso le file ai Store... Il force touch vale quei soldi? Quanti servizi saranno gratuiti, dopo aver sborsato tanto denaro? Si rendono conto che siamo in un periodo di recessione? Beato chi usa ciò che gli... Leggi tutto
20-8-2015 09:24

{Remo Piombo}
Secondo me il vero punto di forza è il force touch che espande le possibiltà d'interazione a dismisura e presto tutti i produttori faranno a gara per migliorarlo. Non sono sfegatato di Apple per le conosciute limitazioni però spesso traccia la strada per gli altri.
19-8-2015 18:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1911 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics