In prova: Buffalo Linkstation 520D

IL TEST DI ZEUS - Un NAS a due dischi per crearsi un cloud privato e dotato di una nuova interfaccia grafica davvero facile da usare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-12-2015]

LS520 01

La Linkstation 520D di Buffalo è un NAS 2 bay con supporto alla tecnica §RAID§ e disponibile in quattro diversi allestimenti con dischi preinstallati da 2 Tbyte (LS520D0202-EU), 4 Tbyte (LS520D0402-EU), 6 Tbyte (LS520D0602-EU), oppure 8 Tbyte (LS520D0802-EU).

Questo NAS è uno dei prodotti Buffalo più vicini al settore consumer grazie a prezzo interessante, facilità d'uso e dimensioni contenute. Il suo punto di forza è l'interfaccia grafica, sulla quale il produttore ha lavorato molto per semplificarne il più possibile l'utilizzo.

Il prodotto fa parte della serie Link Station e si differenzia dal modello 441D, che abbiamo già recensito, innanzitutto per la configurazione: quello era un 4 bay mentre questo, essendo un 2 bay, può ospitare al massimo due hard disk. Inoltre non è disponibile senza dischi.

Come nel caso del modello 441D i dischi sono configurati in RAID, ma in questo caso sono gestiti da una CPU §Realtek RTD1195N§ dual core, accompagnata da un banco di RAM DDR 3 da 256 Mbyte invece che da 512 Mbyte.

La configurazione RAID permette di utilizzare i due dischi come se fossero un unico volume, fornendo una migliore tolleranza in caso di guasti. Il livello di RAID può essere scelto tra Linear, 0 e 1, per personalizzare la ridondanza a seconda delle proprie esigenza.

Sondaggio
In che anno hai comprato il tuo primo tablet?
2010
2011
2012
2013
2014
Non ho mai comprato un tablet.
Lo comprerò quest'anno.

Mostra i risultati (2363 voti)
Leggi i commenti

Il prezzo parte da 359,90 euro per la versione da 2 Tbyte (ma online si trova anche molto scontato) e poi sale per le versioni con capacità maggiore.

La versione che abbiamo provato è quella da 2 Tbyte (LS420D0202-EU). Ciò che caratterizza questo NAS, come tutta la serie Linkstation, sono la semplicità d'uso e la compatibilità con qualunque piattaforma: l'interfaccia, sia accedendo da web che utilizzando il software fornito, è molto pratica e intuitiva e ricorda molto quella di un sistema operativo per PC.

La LinkStation 520D ha un occhio di riguardo per il risparmio energetico: infatti offre la possibilità di pianificare accensione e spegnimento, supporta la funzionalità §Wake On Lan§ e l'interruzione della rotazione del disco.

home 05
Il software NAS Navigator si presnta così nella sua schermata Home e ricorda molto il desktop di un vero OS.

Queste caratteristiche permettono di interrompere l'attività quando il NAS non viene utilizzato, consentendo così un risparmio in termini di corrente elettrica: in modalità di riposo consuma infatti appena 0,9 Watt. Il picco massimo di consumo è di 37 watt mentre il consumo medio durante il funzionamento è di 19 watt e di 13 watt in modalità di attesa.

Anche questo modello supporta lo standard DLNA ed è compatibile con le app di gestione dei file di terze parti, semplificando così l'accesso da dispositivi mobili e migliorandone la compatibilità.

Se però non si riesce proprio a collegare un applicazione di terze parti, oppure semplicemente per diffidenza o necessità non se ne vuole usare una, è disponibile Web Access, che presenta la stessa interfaccia del software di Buffalo per Windows e Mac OS, molto semplice e intuitiva.


In Web Access l'interfaccia grafica è la stessa di Nas Navigator

Il NAS supporta §BitTorrent§, §Apple Time Machine§, §Apple Bonjour§ e §iTunes§ ma, invece di §NovaBACKUP§ Professional, con questo dispositivo viene fornita una licenza di NovaBACKUP Buffalo Edition, versione personalizzata del software di backup di Novastor.

Questo NAS è silenziosissimo e misura 87 x 126 x 205 mm. Anche il peso è contenuto ma, trattandosi di un prodotto non destinato a essere trasportato, questo dettaglio è abbastanza irrilevante. L'unico colore disponibile è il nero.

ls520d b1 gallery 3 17

L'apertura del dispositivo è semplicissima: basta rimuovere il pannello frontale e si ha subito accesso ai dischi, facilissimi da installare e rimuovere. Nella parte frontale sono presenti i due Led per monitorare alimentazione e uso; posteriormente sono posti invece l'interruttore di accensione, una porta USB 3.0 e la porta LAN.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Specifiche tecniche e giudizio della redazione

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Edoardo Prandin

Approfondimenti
Specifiche tecniche e giudizio della redazione
In prova: Buffalo LinkStation 441D
Specifiche tecniche e giudizio della redazione
In prova: Axis M3004-V e Buffalo LinkStation 420
In prova: Buffalo LinkStation 410
Buffalo, HD esterno con USB 3 e Thunderbolt

Commenti all'articolo (2)

{stefano}
Buongiorno ho appena installato questo dispositivo e trasferendo dei filmati dal mio pc al nas mi sono accorto che la sua velocità in lan è di soli 11MB al secondo cè qualcuno che ha fatto dei test reali ? che prestazioni dovrei ottenere? grazie
16-2-2018 14:32

avete provato il WEB Access???? funziona??? Immettere il nome del server BuffaloNAS.com. Cosa si intende con il nome BuffaloNAS.com? nessuno sa Cosa si intende con il nome BuffaloNAS.com? io non riesco ad accedere!!!! sicuramente va ma spiegatemi come!!!!!!!!!!!!!! grazie ciao presario
29-12-2015 08:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
Sì, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
Sì, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente è attento: non c'è motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. Sì, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2139 voti)
Settembre 2019
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Tutti gli Arretrati


web metrics