Aiuto, la mia casa smart è stata posseduta via radio

Impossibile distinguere un attacco informatico da una possessione demoniaca.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-03-2016]

2016 03 11 amazon echo

Qualcuno, probabilmente un autore di fantascienza, una volta ha detto che nelle case "smart" del futuro sarà impossibile distinguere un attacco informatico da una possessione demoniaca.

Ma non c'è bisogno di aspettare il futuro, secondo quanto riferisce la catena di emittenti radiofoniche pubbliche statunitensi NPR. Chi ha comprato l'assistente di domotica Echo di Amazon ha già questo bizzarro problema.

Echo è un dispositivo che riceve comandi vocali dal padrone di casa e manda comandi digitali ai vari dispositivi interconnessi dell'abitazione: antifurto, luci, cucina elettrica, riscaldamento. Basta dire "Alexa, spegni l'antifurto", eccetera ("Alexa" è la parola chiave e anche il nome della assistente virtuale integrata in Echo). L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Un collaboratore di Zeus News ci ha posto il quesito: "Mio figlio ha ormai 8 anni, che grosso modo è l'età in cui io ho ricevuto il Commodore 16 (avevo 9 anni). Lui per Natale vorrebbe un tablet. Che cosa gli regalo?" Secondo voi, è meglio regalare...
Un tablet
Un notebook
Un Pc
Un Commodore 16
Qualcos'altro

Mostra i risultati (2214 voti)
Leggi i commenti (28)
Tutto molto bello, molto cool, molto futuribile. Fino al momento in cui nella casa "smart" c'è la radio accesa su un programma come quello presentato un paio di settimane fa dalla NPR, che parlava proprio di Amazon Echo citando fra l'altro alcuni esempi di comandi. Avete indovinato: i microfoni sensibili di Echo hanno captato i comandi annunciati alla radio e li hanno eseguiti. Gli ascoltatori si sono trovati con il riscaldamento reimpostato, l'impianto audio impazzito, e altro ancora.

Un altro esempio di come l'Internet delle Cose ci viene proposta senza alcuna riflessione sulle conseguenze e senza includere una minima sicurezza predefinita, come per esempio una parola chiave di autorizzazione personalizzata o un riconoscimento della voce delle persone abilitate a dare comandi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Il riconoscimento vocale completamente open source
Samsung Smart Home, serrature vulnerabili ai topi d'appartamento

Commenti all'articolo (2)

E' una comica... :malol:
18-3-2016 19:07

certa gente non impara mai... link :lol: :lol: :lol: :lol:
17-3-2016 12:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1609 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics