Due nuovi aggiornamenti per Windows 10 dopo Anniversario

Il primo verrà rilasciato il giorno 1 ottobre.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-08-2016]

windows 10 aggiornamenti redstone

Mentre in questi giorni gli utenti di Windows 10 sono occupati a installare l'Anniversary Update, appena rilasciato, Microsoft già pensa ai prossimi aggiornamenti.

Per capire la politica degli aggiornamenti di Windows, bisogna tenere presenti che esistono tre diverse "edizioni" di Windows 10: quella più diffusa, destinata alla maggior parte dei consumatori, è conosciuta come Current Branch (CB) ed è quella che ha ottenuto l'Anniversary Update.

Poi c'è la CBB (Current Branch for Business): si tratta di un'edizione destinata all'utilizzo professionali e che ottiene gli aggiornamenti con alcuni mesi di ritardo rispetto alla versione principale (la CB), dando così tempo agli amministratori e agli utenti di verificare l'integrazione delle novità nelle infrastrutture esistenti.

Infine c'è la LTSB (Long Term Servicing Branch), che è destinata esclusivamente alle aziende ed è ufficialmente supportata, per quanto riguarda gli aggiornamenti critici e di sicurezza, per dieci anni (quindi fino al 2025).

Allo stato attuale, questa edizione è ancora identica - fatte salve le patch di sicurezza - alla versione originale di Windows 10 rilasciata un anno fa, ma non dispone di Edge e del Windows Store.

Sarà proprio la LTSB a ricevere il primo, corposo aggiornamento: il prossimo 1 ottobre Microsoft rilascerà una nuova build di questa edizione: da quella data ripartirà da capo - per quanti effettueranno l'aggiornamento - il conto relativo ai 10 anni di supporto, che quindi durerà sino al 2026.

Sondaggio
Ci sono degli aggiornamenti del sistema operativo da scaricare e installare. Cosa fai?
Non installo nulla perché incide sulla velocità di Internet e sulle prestazioni del computer
Accetto l'installazione. Possono essere aggiornamenti importanti
Forse installerò gli aggiornamenti più tardi
Non vedo notifiche provenienti dal sistema operativo

Mostra i risultati (2745 voti)
Leggi i commenti (6)

Queste diverse politiche nei tempi di rilascio faranno sì che, nel corso del tempo, le differenze tra le prime due edizioni e la terza saranno sempre più marcate. Si tratta di un modo di procedere che ha senso: dopotutto, alle aziende generalmente interessa più che altro avere sistemi certamente stabili, non necessariamente aggiornati all'ultimissima novità.

Per le edizioni CB e CBB, il 2016 non porterà altre novità di rilievo. Ci saranno invece ben due aggiornamenti importanti nel 2017: attualmente sono noti con il nome in codice di Redstone 2 e Redstone 3 (Redstone 1 era il nome in codice dell'Anniversary Update).

I sistemi consumer (e quelli degli uffici che non adottano la LTSB) continueranno a godere di un ciclo di aggiornamenti abbastanza intenso, che dovrebbe portare non soltanto correzioni ma nuove funzionalità al sistema operativo, secondo il paradigma di evoluzione continua che Microsoft ha aggiornato con Windows 10.

Windows 10 LTSB, invece, riceverà aggiornamenti importanti soltanto ogni due o tre anni: la vicinanza dei rilasci del 2015 e del 2016 è l'eccezione, non la regola.

È lo stesso modello che segue Windows Server, la cui versione 2016 dovrebbe debuttare contestualmente alla prossima LTSB, ossia il 1 ottobre, e godere anch'essa di 10 anni di supporto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10 Creators Update, da Paint in 3D alla realtà virtuale
Microsoft mette il browser in una macchina virtuale
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Windows 10 si aggiorna, Edge acquista le estensioni

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
Sì, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
Sì, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente è attento: non c'è motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. Sì, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2184 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics