Campane a morto per Google Fiber

Stendere la fibra ottica costa troppo: Alphabet è pronta a staccare la spina e puntare sul wireless.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-08-2016]

Google Fiber moribonda

Google Fiber aveva un progetto ambizioso: portare una connessione a fibra ottica a 1 Gbit/s nelle città americane.

Dopo oltre quattro anni dall'inizio del progetto, il bilancio è però tutt'altro che positivo. Nonostante l'entusiasmo iniziale, gli utenti che hanno deciso di sottoscrivere un contratto con Google sono stati meno dei 5 milioni preventivati nel solo primo anno.

I dati sono piuttosto chiari: nel primo trimestre del 2016 Alphabet (la holding nata circa un anno fa) ha speso 280 milioni di dollari per il progetto Fiber, che però è tra i responsabili maggiori degli 802 milioni di perdita registrati nello stesso periodo, a fronte di un incasso di appena 166 milioni.

Insomma, il gioco non vale la candela. Larry Page, CEO di Alphabet, ha pertanto ordinato al capo di Google Fiber, Craig Barratt, di dimezzare lo staff (attualmente composto da circa 1.000 persone) e di trovare un modo per ridurre drasticamente i costi di installazione.

Pare che Barratt stia ora considerando di lasciare il proprio ruolo, anche perché si vocifera che Alphabet sia intenzionata di abbandonare completamente l'idea del cablaggio in fibra ottica per affidarsi a più economiche soluzioni wireless.

Sondaggio
Quale stanza renderesti più smart per prima?
La camera da letto
La cucina
Il bagno / lavanderia
La sala

Mostra i risultati (985 voti)
Leggi i commenti (4)

Intanto, i lavori a San José e Portland sono stati fermati, e non è dato sapere se mai riprenderanno. Salvo miracoli, il destino della fibra ottica di Google pare segnato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

A quanto pare nemmeno Google è riuscita trovare una soluzione per rendere la fibra economicamente interessante per un'azienda che,ovviamente, punta a guadagnare dei soldi e non a rimetterceli con buona pace di continua a raccontarci che porterà la fibra a tutti...
4-9-2016 17:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3555 voti)
Dicembre 2022
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 8 dicembre


web metrics