Android Things va alla conquista della Internet delle Cose: dai termostati alle telecamere Wi-Fi

Google ha rilasciato la versione 1.0.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-05-2018]

android things

Google ha presentato una nuova edizione di Android, destinata non agli smartphone e ai tablet ma agli oggetti della Internet of Things: Android Things 1.0. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (5354 voti)
Leggi i commenti (25)
Anche se sul lungo periodo il destino del sistema del robottino verde non sembri troppo roseo - dopotutto, Google ha in sviluppo Fuchsia proprio con l'intento di soppiantarlo - al momento il gigante di Mountain View ha per le mani una piattaforma di successo e che non vede l'ora di estendere a ogni singolo apparecchio connesso in Rete.

Android Things soddisfa questo desiderio. Sviluppato in collaborazione con diversi produttori di hardware - quali Lenovo, LG e JBL - è pensato per offrire «supporto a lungo termine per i dispositivi di produzione» e gode ormai di una vasta compatibilità.

Lo si può quindi trovare a gestire di tutto, dai termostati alle lampadine intelligenti, passando per le videocamere Wi-Fi e i citofoni.

Agli sviluppatori mette a disposizione un SDK e una console che permette di fornire al sistema aggiornamenti over-the-air, così che eventuali bug possano essere corretti rapidamente e senza incomodo per l'utente. Google promette che ogni versione godrà di tre anni di supporto per gli update di sicurezza.

Le richieste hardware di Android Things sono tutto sommato modeste, e lo sono certamente rispetto alla versione di Android per smartphone: perché funzioni sono infatti sufficienti 32 Mbyte di RAM, eppure riesce ugualmente a offrire servizi quali Google Assistant e Google Machine Learning.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google svela l'interfaccia di Fuchsia, il successore di Android

Commenti all'articolo (4)

Concordo con chi mi ha preceduto nei post, francamente termostati, frigoriferi, lavatrici ecc. a me vanno benissimo come sono oggi, fanno quello che serve ed hanno la programmabilità necessaria senza orpelli inutili, costosi e anche pericolosi. La IoT per ora può restare dov'è... (IMHO).
12-5-2018 18:28

Condivido completamente quanto scritto da francescodue, ma devo rilanciare su un altro argomento. Mi hanno regalato un cellulare nuovo a Natale, e quello che ho dismesso aveva forse tre anni abbondanti, ma il cronotermostato che ho a casa è maggiorenne - nel senso che ha più di 18 anni ed ha sempre funzionato alla grande. Un sistema... Leggi tutto
10-5-2018 11:08

Concordo con te. In più aggiungo che trovo macchinoso che per raggiungere dal lavoro casa mia ad alcuni chilometri di distanza debba passare per server in paesi lontani. Inoltre se i server chiudono, come è già capitato, i nostri oggettini smart diventano poco più che dei graziosi e costosi soprammobili.
10-5-2018 08:49

Niente in contrario alla domotica. Ma tutta questa smania di connessione diretta con il cloud e aggiornamenti automatici mi lascaia molto perplesso. Personalmente io sarei al medioevo con le città murate: costrusico il mio sistema domotico e, letteralmente, lo taglio dall'esterno. Sarà forse meno performante, meno efficiente e meno... Leggi tutto
8-5-2018 22:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1900 voti)
Gennaio 2022
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 gennaio


web metrics