Tesla, arriva il Dog Mode per tenere al fresco i cani lasciati in auto



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-02-2019]

tesla dog mode

Capita, soprattutto in estate, di sentire di qualche persona che pensa bene, magari mentre va a fare la spesa, di lasciare l'auto parcheggiata al sole con all'interno il cane, quando addirittura non il figlio piccolo.

Ovviamente, all'interno del veicolo la temperatura cresce rapidamente con pericolo per la vita di quanti - animali o persone - siano intrappolati all'interno senza la poter nemmeno abbassare un finestrino.

Tesla, su segnalazione di alcuni utenti, ha deciso di intervenire e con l'ultimo aggiornamento del firmware delle proprie auto ha aggiunto uno speciale Dog Mode che elimini ogni inconveniente dalla pratica di lasciare gli animali in auto mentre si compiono commissioni.

È sufficiente che, prima di uscire, il guidatore si ricordi di toccare l'icona della ventola e selezioni Dog (Cane) alla voce Keep Climate On (Mantieni acceso il condizionatore).

Il software della Tesla si occuperà di continuare a far circolare aria fresca e un grosso display mostrerà la temperatura interna dell'abitacolo, così che chiunque passi di lì possa verificare che le condizioni all'interno dell'auto non siano pericolose per gli occupanti (ed evitare, per esempio, di spaccare un vetro inutilmente per "salvare" un cane che invece è a proprio agio).

Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1859 voti)
Leggi i commenti (24)

Il sistema resta in azione fino a che la carica della batteria non scende al 20%. A quel punto l'auto invia una notifica al proprietario tramite l'app, in modo che questi sappia che deve tornare subito al parcheggio.

La funzionalità, come dicevamo, è stata inserita nell'ultima revisione del software dell'auto, ed è quindi disponibili gratuitamente per tutti i proprietari di Tesla, che possono procedere all'aggiornamento anche in modalità wireless.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

come versione 1.0 non c'è male, sempre meglio di niente. Speriamo che la versione 2.0 capisca da sola che se ci sono 50 gradi nell'abitacolo e dentro è presente "qualcosa che si muove", bisogna accendere automaticamente il condizionatore.
30-4-2019 11:34

E' che spesso l'ita(g)liano ha scarsa memoria storica. #Musk ha imparato da noi :D link Non abbiamo niente da imparare dagli #USA :P
4-3-2019 22:46

Mala tempora currunt per il caro Elon... :roll:
4-3-2019 19:23

Il Debt Mode è riuscito a implementarlo solo sui aeromobili non elettrici link magari ha riciclato le batterie usate delle Tesla per implementarlo :lol: Leggi tutto
3-3-2019 23:18

Esiste già: si chiama denaro ma Musk non è riuscito ad installarla... :wink: Leggi tutto
3-3-2019 20:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2489 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 novembre


web metrics