WhatsApp dice basta agli inviti indesiderati nei gruppi



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-04-2019]

whatsapp gruppi

WhatsApp è una delle piattaforme di instant messaging più utilizzate al mondo ma può anche trasformarsi in un assillo decisamente seccante.

Fino a oggi, infatti, niente vietava a chicchessia di aggiungere chiunque a qualsiasi gruppo, indipendentemente dall'interesse della povera vittima; e dato che ogni gruppo degenera rapidamente nel chiacchiericcio, ecco che il diluvio di fastidiose notifiche diventava presto inarrestabile.

Ora finalmente le cose sono cambiate. L'ultima versione offre infatti alcuni controlli che l'utente può adoperare per decidere chi possa aggiungerlo ai gruppi.

Il sistema non è particolarmente raffinato, ma è pur sempre meglio di niente. Si può scegliere se concedere l'autorizzazione a nessuno, a i miei contatti oppure a tutti (ossia lasciare tutto com'è adesso).

Se si sceglie nessuno, chi tenti di aggiungere l'utente a un gruppo vedrà apparire una finestra che gli chiederà di inviare un messaggio privato con un collegamento d'invito, attivo per 72 ore.

Se in quei tre giorni il potenziale partecipante al gruppo non cliccherà sul link, allora sarà evidente che non ha alcun interesse a entrare nella discussione e l'estensore dell'invito - si spera - capirà che è meglio lasciarlo in pace.

Sondaggio
Quali autorizzazioni hai concesso alle applicazioni presenti sul tuo dispositivo mobile?
Non limito l'accesso alle app sul mio dispositivo
Di solito concedo le autorizzazioni su richiesta e non ci penso più
Concedo le autorizzazioni a seconda dell'applicazione e delle sue funzionalità
Non posso modificare le autorizzazioni delle applicazioni

Mostra i risultati (877 voti)
Leggi i commenti (8)

Naturalmente, se invece l'utente sceglie i miei contatti, tutte le persone presenti in rubrica potranno aggiungerlo ai propri gruppi.

Come sempre accade in questi casi, la funzione diverrà progressivamente accessibile a tutti gli utenti di WhatsApp nel corso delle prossime settimane.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
WhatsApp migliora i gruppi per rivaleggiare con Telegram
WhatsApp vulnerabile grazie all'aggiunta a tradimento nei gruppi
WhatsApp, arrivano i gruppi pubblici e la condivisione dei brani musicali

Commenti all'articolo (1)

Telegram offre questa possibilità da molto tempo...
13-4-2019 14:49

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2360 voti)
Aprile 2019
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Windows, gli aggiornamenti di aprile bloccano i PC con Avast e Sophos
Arrestato Assange, il commento di Paolo Attivissimo
Assange arrestato: ecco cosa rischia
Windows XP, anche l'ultima versione supportata getta la spugna
Nessuno usa la rimozione sicura USB: cambia la policy di Windows
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Facebook, i dati di mezzo miliardo di utenti accessibili pubblicamente
Anche Nokia ha il suo smartphone col buco
Asus, utenti attaccati tramite aggiornamenti di sistema
Marzo 2019
L'estensione che ripristina i risultati censurati da Google
UE, approvata la riforma del diritto d'autore, compresi gli articoli 11 e 13
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Facebook, le password di centinaia di milioni di utenti salvate in chiaro: cambiatele
Tutti gli Arretrati


web metrics