Red Hat e Lenovo scommettono sui portatili con processore ARM e sistema Linux



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-04-2019]

arm linux redhat lenovo fedora

Arriveranno «molto presto» i primi portatili con processore ARM e sistema operativo Linux.

Così almeno promette Peter Robinson di Red Hat, una delle più note distribuzioni del sistema del pinguino, annunciando su Twitter la collaborazione tra Red Hat stessa, Fedora (la versione community di Red Hat) e Lenovo.

Della possibilità di computer portatili basati non sulla tradizionale architettura x86/x64 - e quindi tipicamente dotati di processori Intel o AMD - si parla da tempo, per lo meno sin da quando il successo degli smartphone ha dimostrato come i processori ARM siano in grado di fornire una potenza di calcolo di tutto rispetto e, allo stesso tempo, avere un impatto sulla batteria meno pesante rispetto a quello della concorrenza.

In questo panorama già da un paio d'anni Microsoft si sta muovendo con l'iniziativa Windows 10 on ARM, che ha portato alla realizzazione di alcuni prodotti e tuttavia sta soffrendo di ritardi forse anche per l'opposizione di Intel, che chiaramente vedrebbe minacciato dalle soluzioni ARM il proprio "quasi-monopolio" nella fornitura di CPU per laptop.

Red Hat sembra ora voler approfittare di queste lungaggini per proporre un'alternativa all'accoppiata Windows/ARM, favorendo naturalmente la soluzione Linux/ARM.

Se riuscisse a vincere la resistenza degli utenti, che diffidano di Linux in quanto sostengono che sia "difficile", potrebbe mostrare dei prodotti con una larghissima autonomia e che permettono di lavorare quotidianamente senza sentire la mancanza di Windows, soprattutto se si conta sul fatto che oggigiorno buona parte dei servizi viene sfruttata attraverso il Web, una piattaforma che sostanzialmente ignora il sistema operativo dell'utente.

Sondaggio
Hai ricevuto un messaggio da un amico su un social network. Il tuo amico ti invita a fare click su un link e a mettere ''mi piace'' ad alcune foto. Cosa fai?
Certo! Me lo chiede un amico
Gli chiedo di darmi qualche informazione in più sulle foto. Se mi risponde, faccio click sul link
Sposto il messaggio nella cartella spam e blocco il mio amico

Mostra i risultati (924 voti)
Leggi i commenti (12)

Il lavoro condotto da Red Hat e Lenovo ha portato a concentrarsi inizialmente sui SoC Snapdragon 850, usati per esempio in laptop quali il Lenovo Yoga c360 (mostrato all'IFA 2018 con Windows 10 e in grado di offrire 25 ore di autonomia in condizioni ideali) ma con l'intenzione di allargare il campo ad altri processori, tra cui lo Snapdragon 8cx, costruito a 7 nanometri.

Quello di cui ancora Red Hat non ha parlato è la compatibilità con i software per Linux esistenti ma, dato che il debutto dovrebbe avvenire «molto presto», aspettiamoci delle novità a breve.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il Surface Go doveva avere un processore ARM. Ma poi Intel s'è opposta
Windows 10 su Arm? Intel non ci sta
Microsoft e Qualcomm portano Windows 10 su ARM

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Non ho niente da insegnare a nessuno, sono un ignorante che lotta quotidianamente per superare la propria ignoranza come tutti e per quanto lunga sarà la mia vita non riuscirò mai ad imparare il tutto. Ho semplicemente postato cosa non va' nel GNU/Linux delle big corps che stanno tentando di oscurare il vero GNU/Linux quello creato... Leggi tutto
14-4-2019 09:10

@etabeta C'è differenza tra chi non sa leggere e chi non ha capito. Forse a causa della tua elevata (e certificata) specializzazione tecnica non ti rendi conto che talvolta scrivi in modo arzigogolato, contorto, complesso e un pò sgrammaticato. Anche se suppongo non ti interessi più di tanto, rispondere in maniera arrogante a chi... Leggi tutto
14-4-2019 00:16

Pare ci sia [img:b85e52481d]https://pclinux.eu/images/NetAdmin.jpg[/img:b85e52481d] [img:b85e52481d]https://pclinux.eu/images/NetAdmin1.jpg[/img:b85e52481d] ma non esprimo mai giudizi su me stesso, per quanto tenti di imparare mi sento sempre ignorante. :cry: Leggi tutto
12-4-2019 14:12

Se non conoscete GNU/Linux qualsiasi chiarimento è inutile. Prima di systemd ogni servizio era un programma separato, come ho espresso chiaramente nel post, ergo se un servizio non mi serviva disinstallavo il relativo programma ed ero a posto. Ora tutti i servizi sono creati e gestiti da systemd anziché da me e non sono abituato a... Leggi tutto
12-4-2019 12:49

Avrei inoltre da ridire sul fatto che questo pensiero sia scritto in un buon italiano e sia semplice d comprendere. Qui, come altrove, chi sente l'impellenza di dover esprimere un concetto od un'opinione dovrebbe poi sostenere l'onere di fornire chiarimenti a chi li richiede, se non altro per dare consistenza alla propria esperienza o... Leggi tutto
12-4-2019 11:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'EASA e la FAA hanno dato il via libera all'uso di tablet, cellulari e dispositivi elettronici in generale in aereo anche durante decollo e atterraggio. Secondo te...
...era ora: il divieto era ormai diventato un anacronismo da abolire.
...avrebbero dovuto mantenere il divieto: la sicurezza val bene qualche minuto di rinuncia al tablet.
...dovrebbero fare di più e liberalizzare anche la possibilità di telefonare.

Mostra i risultati (1238 voti)
Aprile 2019
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Windows, gli aggiornamenti di aprile bloccano i PC con Avast e Sophos
Arrestato Assange, il commento di Paolo Attivissimo
Assange arrestato: ecco cosa rischia
Windows XP, anche l'ultima versione supportata getta la spugna
Nessuno usa la rimozione sicura USB: cambia la policy di Windows
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Facebook, i dati di mezzo miliardo di utenti accessibili pubblicamente
Anche Nokia ha il suo smartphone col buco
Asus, utenti attaccati tramite aggiornamenti di sistema
Marzo 2019
L'estensione che ripristina i risultati censurati da Google
UE, approvata la riforma del diritto d'autore, compresi gli articoli 11 e 13
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Facebook, le password di centinaia di milioni di utenti salvate in chiaro: cambiatele
Tutti gli Arretrati


web metrics