Falla in Internet Explorer, la micropatch non è di Microsoft



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-04-2019]

ie bug micropatch

Era già successo per una falla 0-day in Windows 10 che Microsoft non pareva voler correggere in fretta, e ora è ricapitato.

Acros Security ha rilasciato quella che definisce una micropatch per risolvere la falla recentemente scoperta in Internet Explorer e che mette a rischio anche gli utenti di altri browser poiché IE è il software predefinito per gestire i file .MHT. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (2487 voti)
Leggi i commenti (18)
Come già l'altra volta, la correzione viene distribuita attraverso la piattaforma 0patch, che deve quindi essere installata sul sistema.

Ciascuno deve a questo punto valutare e scegliere che cosa fare: se fidarsi e installare una correzione di sistema proveniente non dal produttore originale - Microsoft - ma da un'azienda terza oppure aspettare fiducioso che da Redmond arrivi il fix ufficiale, sapendo però che non è tra le massime priorità.

Alle considerazione bisogna aggiungere anche il fatto che il bug non è del tutto secondario, e che le conseguenze di un suo sfruttamento possono essere molto serie, come spiega nel video che riportiamo più sotto Mitja Kolsek, dello 0patch Team (lo stesso che ha realizzato la micropatch).

La patch di Acros funziona con Windows 10 versioni 1803 e 1809.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Falla 0-day in Windows, ecco la correzione. Ma non proviene da Microsoft

Commenti all'articolo (4)

@Gladiator Gi fatto! Da 17 anni ho addirittura chiuso tutte le finestr tanto per far funzionare un computer non servono. :lol:
27-4-2019 16:55

Personalmente ritengo che la soluzione migliore sia quella descritta in questo articolo di ZN ovvero la disattivazione di IE. Leggi tutto
26-4-2019 16:35

Corretto. Chiss che non abbiano fatto proprio cos :lol: Comunque viste le ultime patch di Microsoft meglio lascino fare a chi capace. :D Leggi tutto
20-4-2019 20:14

Penso sia sufficiente associare all'estensione MHT un programma diverso da IE (es: MHT -> apri con --> Notepad).
20-4-2019 09:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
S, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
S, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente attento: non c' motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. S, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2139 voti)
Settembre 2019
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Tutti gli Arretrati


web metrics