Windows 10 disporrà di un vero kernel Linux

Sarà parte del nuovo WSL 2.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2019]

windows 10 kernel linux

Diventa sempre più difficile continuare a sostenere la vecchia teoria secondo la quale Microsoft odia l'open source in generale e Linux in particolare, e ogni suo sforzo è teso a distruggere questa filosofia che né capisce né condivide.

Se tutto ciò poteva essere vero durante l'era Ballmer, con l'avvento di Satya Nadella il vento è cambiato e Microsoft è diventata una delle realtà che maggiormente contribuiscono allo sviluppo di software a sorgente aperto.

Certo, si può sempre sospettare che tutto faccia parte di un piano basato sulla strategia «embrace, extend and extinguish» (abbraccia, estendi ed estingui), ma si entra nel campo delle ipotesi.

Quel che invece è certo è che alla Build 2019 Developer Conference è stata annunciata un'importante novità che riguarda la versione 2 del Windows Subsystem for Linux, la funzionalità di Windows 10 che permette di eseguire certi programmi per Linux in ambiente Windows.

WSL 2 avrà uno scopo molto più ambizioso rispetto al suo predecessore: infatti non metterà a disposizione degli utenti soltanto un'interfaccia compatibile con Linux, ma un vero e proprio kernel Linux, inizialmente nella versione 4.19 LTS.

«Forniremo con Windows un vero kernel Linux, e ciò renderà possibile la compatibilità delle chiamate di sistema» ha spiegato Craig Loewen, Program Manager della Windows Developer Platform. «Sarà la prima volta che un kernel Linux viene distribuito con Windows, e ciò è una testimonianza potente di quanto Microsoft ami Linux!».

Sondaggio
Che cosa ti trattiene dall'installare Linux?
Tutti quelli che conosco hanno Windows: con chi potrei scambiare dati e software?
Non ho voglia di imparare un nuovo sistema operativo e dei nuovi programmi.
Alcuni miei componenti hardware non vengono riconosciuti.
Ci sono alcuni software che utilizzo sotto Windows che mi sono indispensabili.
Semplicemente non sento l'esigenza di passare a Linux.
Ho intenzione di farlo nel prossimo futuro.
Nessun motivo mi impedisce di passare a Linux, infatti già lo utilizzo con soddisfazione.

Mostra i risultati (11809 voti)
Leggi i commenti (123)

Inoltre, stando a quando dichiarato da Kevin Gallo, vicepresidente di Microsoft, durante la Build 2019, «WSL 2 migliora le prestazioni di I/O del filesystem, la compatibilità con Linux, e può far funzionare i container Docker nativamente, così che una VM non sia più necessaria».

L'anteprima di WSL 2 sarà disponibile nei prossimi mesi, anche se una tabella di marcia precisa ancora non è stata annunciata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

@kenshir Certa gente a stelle e strisce pur di salvarsi il c...o farebbe di tutto. :offtopic: E' off topic, poi torno in topic tranquilli, ma è un aneddoto che credo meriti chiedo anticipatamente venia. Il Prof. Sconvolto ha scritto un eBook[/url] in cui smonta le "meraviglie" dell'IoT distribuito con licenza Creative... Leggi tutto
11-5-2019 14:01

Nadella e' pericoloso, un tipo intelligente, non un carciofo come Ballmer. Qui e' chiaro che vogliono togliere motivazioni all'utenza professionale per usare linux. Anche solo la compatibilta' nativa con i containers docker potrebbe essere sufficiente a giustificare il kernel integrato. Ma chissa' cos'altro hanno nel mirino, con le... Leggi tutto
11-5-2019 03:10

Perché, appunto, giudichi senza conoscere, hai già i pregiudizi e quindi nulla ti meraviglierà mai. Contento tu. Leggi tutto
10-5-2019 16:07

Già la maggior parte dei software 'famosi' che girano su Linux sono multipiattaforma, e girano su Linux. Ho virgolettato perchè questi software vengono spesso definiti un ripiego dei ancora più famosi software a pagamento, disponibili solo per Windows. Secondo me a livello di utenza comune non cambierà nulla. Linux rimarrà al suo... Leggi tutto
9-5-2019 15:45

Scusate se intervengo, ma evitiamo di uscire dal seminato. L'articolo, a mio parere, spiega chiaramente che Microsoft vuole ampliare il proprio campo di influenza. Già il fatto che esista .NET Core[/url] anche per Linux e che [url=https://www.zeusnews.it/n.php?c=27256]Visual Studio Code giri in ambiente Linux, la dice lunga. ... Leggi tutto
9-5-2019 11:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1947 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 giugno


web metrics