Huawei, microSD addio: l'azienda è stata esclusa dalla SD Association



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-05-2019]

huawei sd association

Continua a montare la marea di cattive notizie per Huawei: dopo aver perso il supporto di Google e quello di ARM, ora l'azienda cinese si vede sbattere la porta in faccia anche dalla SD Association.

Non si tratterà di un nome tanto noto quanto quello delle altre due aziende che prima di lei hanno rotto i rapporti con Huawei, ma certo è un nome importante: si tratta del consorzio che si occupa della standardizzazione delle schede SD e microSD. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è la tua piattaforma mobile preferita?
Windows Phone
Android
iOS (iPhone)
BlackBerry OS (Rim)
Symbian
Ubuntu o altro Linux
Bada

Mostra i risultati (4345 voti)
Leggi i commenti (11)
In pratica, l'espulsione di Huawei dalla SD Association comporta che l'azienda non possa più fregiarsi dei marchi ufficiali SDA e soprattutto che non possa partecipare allo sviluppo dei nuovi standard.

Huawei ha precisato che per il momento i suoi clienti potranno continuare ad acquistare e usare le schede microSD, ma il futuro è piuttosto nebuloso, sebbene già da tempo l'azienda abbia mostrato l'intenzione di fare a meno nei propri prodotti dello slot per le schede di memoria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Dopo Google anche ARM abbandona Huawei
Google taglia fuori Huawei da Android

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Francamente non mi sembra questo il peggior problema di Huawei dopo i vari attacchi subiti da Trump.
7-6-2019 18:29

Concordo, in parte, con ICE. È molto probabile che questo sarà un periodo piuttosto pesante per Huawei, e non mi stupirei troppo se il governo alla fine la lasciasse affondare. In compenso, silenziosamente, spingerà tutte le aziende a creare e sviluppare standard indipendenti. Addirittura, forse, come standard aperti, molto simili al... Leggi tutto
4-6-2019 22:09

{ClaudioG}
Non entro nell'argomento Huawei/governo cinese. Gli Usa, con NSA lo fa da sempre. Quello che sta succedendo è che le compagnie americane possono negare a chiunque (leggi società Europee) l'uso del loro SW: SO, procedure, standard ecc. Noi Europei siamo colonizzati dagli USA e non ci rendiamo conto. Dopo Huawei... Leggi tutto
28-5-2019 01:21

rispondo ai precedenti commentatori: sembrano discorsi vetero comunisti di antiamericanismo per far contento il capo territoriale (sperando che il capo lo spedisca in unione sovietica) Parliamo di tecnologia: fino a qualche anno fa era Nokia la prima al mondo, 500milioni di telefoni e quasi tutte le reti erano fatte da lei, senza che... Leggi tutto
27-5-2019 09:30

{ice}
la mossa degli USA è pericolosissima rischi di mandare in vacca decenni di fatica per costruire degli standard tecnologici condivisi Eslludere un colosso Cinese da questi standard (non solo microSD, ma anche wifi e processori arm) significa dare il via ad un proliferare di nuovi standard incompatibili Perchè la China non... Leggi tutto
26-5-2019 11:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1685 voti)
Agosto 2019
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Il cavo USB che permette di violare qualsiasi iPhone
Matteo Salvini condannato per violazione del diritto d'autore
Falla nelle fotocamere digitali, si rischia un'epidemia di malware
iPhone, cambiare la batteria diventa ancora più difficile
Datadrifter: motore di ricerca per bucket di Google Cloud trova dati privati a palate
Lo smartphone senza Android di Huawei arriverà entro la fine dell'anno
Facebook cambia nome a Instagram e WhatsApp
L'85% di tutti i Bitcoin è già stato generato
La carta di credito di Apple debutta in agosto
Luglio 2019
Windows 10, arriva il ripristino via Internet
Il condizionatore portatile di Sony da indossare sotto i vestiti
5G, miti da smontare e paure pilotate
VLC, panico nel Web per una falla estremamente grave
Tutti gli Arretrati


web metrics