Le cuffie fatte di cellulosa, funghi e lievito

Sono frutto delle ricerche della biologia sintetica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-07-2019]

Korvaa by Aivan 1

Si chiamano Korvaa - dalla parola finlandese Korva che significa orecchio e dal verbo Korvaa, sostituire - le prime cuffie frutto di un'opera di biologia sintetica (synbio) e realizzate con materiali biologici.

L'idea è nata in seno allo studio di design Aivan, che ha sede a Helsinki e punta a trovare nuove soluzioni per abbandonare l'economia basata sul petrolio e sui suoi derivati, dando vita così a una «bioeconomia».

I materiali usati per per lo più Korvaa sono bioplastiche ricavate dal lievito e dai funghi, ma nel prodotto confluiscono tutta una serie di materiali differenti che hanno in comune l'origine: sono stati tutti fatti "crescere" con l'aiuto di microbi.

La struttura rigida è fatta in bioplastica ottenuta usando acido lattico e lievito (per la precisione il Saccharomyces cerevisiae): il polimero ottenuto è biodegradabile ed è adatto per l'uso nelle stampanti 3D.

L'imbottitura è invece frutto di un fungo il trichoderma reesei, che Aivan ha definito «il creatore di bolle più resistenti che la natura possa offrire», unito a della cellulosa per rendere stabile la struttura. La cellulosa e l'unione di cellulosa e micelio vengono usate anche per diverse altre parti.

Del micelio - phanerochaete chrysosporium - viene usato per coprire l'imbottitura, e il fungo usato per questo compito è stato scelto perché consente di ottenere un materiale che al tatto dà sensazioni simili a quelli della pelle.

La copertura degli altoparlanti, infine, è stata realizzata con una proteina derivata dalle ragnatele: è un materiale estremamente resistente che può anche essere adoperato per realizzare giubbotti antiproiettile.

Sondaggio
Qual è stata secondo te la scoperta tecnologica più imponente, tra queste?
La fotografia
La riproduzione dei suoni
Il laser
L'elettromagnetismo
Il motore diesel
I computer
I raggi X
I robot
Vorrei suggerirne un'altra, nei commenti qui sotto

Mostra i risultati (1985 voti)
Leggi i commenti (10)

Korvaa, di cui esistono due modelli, è per ora un prototipo, non ancora in vendita. Come i creatori stessi ammettono, «abbiamo dovuto scendere ad alcuni compromessi» ma la strada è tracciata e i prossimi anni porteranno nuovi sviluppi nel campo della biologia sintetica, permettendo di scoprire nuovi usi per questi materiali.

Korvaa by Aivan 2
Korvaa by Aivan 4
Korvaa by Aivan 5
Korvaa by Aivan 6

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Le cuffie Bluetooth ecosostenibili che sarebbero piaciute a Bob Marley
Cuffie esplodono in volo, passeggera ferita
Antibufala: Fai un buco nell'iPhone 7 per accedere alla presa per cuffia
Da Microsoft le cuffie che scelgono le canzoni in base all'umore
Una cuffia con cancellazione del rumore a prezzo accessibile
Le cuffie intelligenti

Commenti all'articolo (4)

Quoto! Ma farebbe meno notizia e meno pubblicità a questi creativi... :wink: Leggi tutto
11-7-2019 19:01

Andranno conservate in frigo? :)
9-7-2019 09:29

{Ruzzolo}
Compromessi tipo .... che vanno a male e marciscono in una settimana?
8-7-2019 18:00

{Pix}
Nelle cuffie ci sono dentro - necessariamente anche in queste - due magneti, del metallo e un avvolgimento di rame verniciato Invece di fare queste "acrobazie", perchè non usiamo la "classica" plastica e facciamo in modo che, a fine vita del prodotto, sia facile separare i vari componenti per un loro proficuo... Leggi tutto
8-7-2019 14:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (696 voti)
Settembre 2019
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Tutti gli Arretrati


web metrics