Steam abbandona Ubuntu



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2019]

steam lascia ubuntu

La comunità dei videogiocatori Linux non sarà enorme, ma fino a oggi ha potuto contare sul supporto da parte di Steam, la piattaforma di Valve tramite la quale è possibile acquistare molti titoli.

Fino a oggi, la distribuzione di riferimento di Steam era Ubuntu, che però a partire dalla versione 19.10 terminerà il supporto alle librerie a 32 bit o, per meglio dire, non le aggiornerà più: le librerie i386 resteranno per sempre ferme alle versioni integrate nella 18.04 LTS. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il tuo principale strumento di gioco?
Il Pc
Il notebook
Il tablet
Il telefonino
La console di casa
La console portatile
Giochi tradizionali (da tavolo, di ruolo, di carte ecc.)
Giochi sul web

Mostra i risultati (2177 voti)
Leggi i commenti (5)
Ciò risulta problematico per i giochi Linux distribuiti da Steam, i quali spesso sono versioni a 32 bit e a quelle librerie si appoggiano: inizialmente potranno continuare a funzionare, ma quanto ciò potrà durare?

Così, Steam ha preso una decisione seria: non supporterà più ufficialmente Ubuntu a partire dalla versione 19.10 (il cui rilascio è previsto per il prossimo ottobre) e adotterà invece una diversa distribuzione; quale essa sia è ancora però da decidere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il primo gioco a luci rosse di Steam, senza censura
Con Valve Proton i giochi per Windows funzionano anche sotto Linux
Steam sotto attacco: rubati 77.000 account ogni mese

Commenti all'articolo (1)

{ice}
oppure migreranno semplicemente ai 64bit
25-6-2019 16:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (2118 voti)
Luglio 2020
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Tutti gli Arretrati


web metrics