QR Code, è urgente una revisione per migliorare la sicurezza

Lo sostiene l'uomo che li ha inventati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-09-2019]

qrcode sicurezza

Anche se il loro uso s'è diffuso solo negli ultimi dieci anni, i QR Code sono un'invenzione più antica: risalgono infatti al 1994, e sono frutto di un'idea dell'ingegnere giapponese Masahiro Hara.

Li aveva ideati perché fossero d'aiuto all'industria automobilistica, veicolando il maggior numero d'informazioni possibile in un formato che fosse rapidamente leggibile.

Come spesso accade con le buone idee, essa ebbe successo anche al di fuori del campo d'applicazione inizialmente teorizzato, e i QR Code iniziarono a essere usati per le funzioni più disparate, compresi i pagamenti.

In oriente sono particolarmente popolari: nel solo 2016, in Cina, sono stati usati per transazioni pari a oltre 1,65 miliardi di dollari, e di recente Hong Kong ha lanciato un nuovo sistema di pagamento veloce basato su di essi.

Tutto ciò ha iniziato a preoccupare Masahiro Hara: dato che all'inizio il campo d'azione di questa tecnologia era limitato, l'attenzione alla sicurezza non era stata poi altissima. «Ora che viene usata per i pagamenti» - ha dichiarato - «avverto la responsabilità di renderla più sicura».

Hasa non ha tutti i torti: alcune idee per sfruttare le debolezze dei codici QR sono già state messe in campo.

Esiste per esempio il Qrljacking, un attacco che si basa su tecniche di social engineering per carpire i dati delle sessioni utente di tutte quelle applicazioni che usano i codici QR per l'accesso agli account.

A livello basilare, questo sistema consiste nel convincere l'utente a fare la scansione di un codice manomesso anziché di quello originale, ovviamente senza che si accorga dello scambio.

Per certi versi simile è la pratica di contraffare i codici QR, sovrapponendo a quelli legittimi dei codici illeciti. Per esempio, i codici apposti sui manifesti delle offerte speciali, che rimandano a pagine dedicate e siti con le offerte stesse, possono essere coperti da codici che rimandano invece a siti di phishing o che distribuiscono malware.

Sondaggio
Perché Twitter ha tanto successo?
Il limite di 140 caratteri obbliga a esprimersi con brevità e concisione.
Si possono condividere link interessanti velocemente e a un gran numero di persone.
L'integrazione con il cellulare consente di inviare e ricevere i tweet via Sms.
Consente di rimanere aggiornati su un determinato argomento in tempo reale
La motivazione è un'altra, ve la esplicito nei commenti qui sotto.

Mostra i risultati (1035 voti)
Leggi i commenti (3)

Le preoccupazioni di Masahiro Hara sono quindi legittime e, in realtà, sono condivise anche dal MIT, dove è stata elaborata qualche idea per migliorare gli aspetti meno sicuri.

Una proposta prevede di utilizzare la crittografia per evitare il fenomeno del Qrljacking: quando si deve eseguire un accesso, si invia innanzitutto un codice QR crittografato a un dispositivo che abbia già effettuato il login e sia, pertanto, fidato. Quest'ultimo, il solo in grado di decifrare il codice, mostrerebbe quindi la versione decrittografata al primo, che la userebbe per l'accesso vero e proprio.

Un'altra proposta prevede l'utilizzo di una parte del codice stesso per l'inserimento di firme che permettano di verificare l'autenticità dell'autore, anche se ciò significa riservare spazio prezioso a questo solo scopo.

Quel che è certo è che, a mano a mano che i codici QR prendono piede, diventa sempre minore lo spazio di manovra per crearne una versione alternativa maggiormente sicura e sperare che essa prenda piede al posto di quella originale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
iOS si aggiorna e risolve falla su codici QR
Il Blue Screen Of Death adesso ha il QR Code
In Canada il QR Code più grande al mondo
QR Code nelle banconote contro i falsari
QR Code sul boccale, visibile solo se c'è la Guinness
QR Code gigante sul tetto, Facebook insegna
La moneta da 5 euro col QR code
QR Code: che cosa sono e perché sono utili

Commenti all'articolo (1)

Vista la diffusione forse potrebbe già essere troppo tardi per modificarlo a meno che non fosse già pronta una soluzione e che questa venisse condivisa in fretta. Dall'articolo mo sembra invece che siamo ancora nel campo delle ipotesi di possibili idee di modifica... Leggi tutto
8-9-2019 19:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2702 voti)
Novembre 2019
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Tutti gli Arretrati


web metrics