Google nel mirino dell'antitrust



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-09-2019]

google antitrust procuratori usa

Negli ultimi giorni le voci si rincorrevano, e ora hanno trovato conferma: i Procuratori Generali di 50 Stati degli USA hanno avviato un'indagine antitrust contro Google.

L'iniziativa è stata promossa dal Procuratore Generale del Texas, Ken Paxton, il quale ha spiegato che «Google domina ogni settore sia della pubblicità in Internet sia della ricerca in Internet». Per questo motivo, i procuratori vogliono capire se ci sia una violazione delle regole sulla concorrenza.

L'Open Markets Institute, che vede Google come il fumo negli occhi, ha commentato: «approviamo l'inedita iniziativa dei 50 Procuratori Generali di Stato contro Big Tech. Si sono uniti per indagare sulla distruzione della concorrenza operata da Google nei campi della ricerca e della pubblicità. Non si vedeva un caso di monopolio creato da un gigante della tecnologia dai tempi della causa contro Microsoft, nel 1998. L'annuncio di oggi segna l'inizio di una nuova era».

A dire la verità, se il paragone regge non si capisce dove stia questa svolta epocale, dato che dai guai giudiziari della fine dello scorso millennio Microsoft uscì sostanzialmente illesa, a parte qualche bacchettata sulle mani per la gestione anticoncorrenziale delle licenze. Ciò non ha comunque impedito a Microsoft di restare il gigante onnipresente che è ancora oggi.

Gli unici due Procuratori che non si sono uniti all'indagine sono quello della California e quello dell'Alabama.

Sondaggio
Preferiresti lavorare da casa piuttosto che andare in ufficio?
Sì, ma in azienda non me lo permettono.
No.
Sì, ma solo alcuni giorni alla settimana.
Sì, ma solo alcuni giorni al mese.
Sono costretto a farlo ma preferirei di no.
Non lo so.
Non ho un lavoro.

Mostra i risultati (2447 voti)
Leggi i commenti (17)

Intanto, una coalizione dei Procuratori Generali di Colorado, Florida, Iowa, Nebraska, North Carolina, Ohio, Tennessee, e District of Columbia ha iniziato a indagare su Facebook, per capire se il social network stia «mettendo in pericolo i dati degli utenti, stia riducendo la qualità delle scelte degli utenti o aumentando il prezzo della pubblicità».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'occhio dell'antitrust europeo sulla criptovaluta di Facebook
L'Antitrust italiana multa Samsung e Apple per 15 milioni di dollari
La UE infligge a Google una multa da record per abuso di posizione dominante
Getty Images denuncia Google all'Antitrust europeo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

:lol: :lol: :lol:
14-9-2019 16:24

Sei tu che hai parlato di Marte e mi hai fuorviato :P Leggi tutto
14-9-2019 16:00

L'ultima che hai detto e non mi sembra neanche tanto velatamente :twisted: Leggi tutto
14-9-2019 15:58

Fantascienza... Leggi tutto
13-9-2019 19:11

Certo che questi o sono scesi da Marte ieri con decorrenza domani o stanno discretamente a prendere per :butthead: Leggi tutto
13-9-2019 19:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1873 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics