Cybersecurity, continuano le manipolazioni nei processi elettorali

La nebbia delle fake news si infittisce, a rischio le elezioni presidenziali americane.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-12-2019]

cybersecurity

Pubblicato da ESET il rapporto Cybersecurity Trends 2020, che analizza le previsioni degli esperti dell'azienda, esaminando le sfide chiave che avranno un impatto su consumatori e imprese nel 2020. Ecco i 5 trend principali:

Trend #1: la nebbia delle fake news si infittisce

Il termine "fake news" è salito alla ribalta a causa delle proteste sulla manipolazione di informazioni e dati nelle elezioni statunitensi del 2016 e non vi è dubbio che la campagna per le presidenziali 2020 sarà di nuovo oggetto di controversie. Mentre Facebook è stato multato di 5 miliardi di dollari per il suo ruolo nello scandalo Cambridge Analytica, la manipolazione delle informazioni non mostra segni di interruzione nel 2020.

Che si tratti di disinformazione o propaganda, la manipolazione delle informazioni è destinata a continuare: si assiste continuamente a violazioni dei dati sia di massa che all'interno delle aziende e dipartimenti governativi, quindi perché la tecnologia o i processi di voto dovrebbero essere esenti da attacchi simili?

Trend #2: Machine Learning, creare sicurezza o comprometterla?

Con l'apprendimento automatico (ML) sempre più in uso, molte attività - dalla verifica di grandi quantità di dati alla gestione delle attività di routine - sono state semplificate.

Nel 2019 il ML ha tuttavia acquisito notorietà anche a causa di un problema sempre più preoccupante: l'ascesa del deepfake, tecnologia che potrebbe essere sfruttato per danneggiare la reputazione di personaggi popolari o addirittura influenzare l'opinione pubblica.

Questa tecnologia è stata applicata anche in contesti meno pericolosi: l'esempio tipico è FaceApp, l'applicazione che per alcuni mesi ha raggiunto ampia popolarità, ma che ha destato anche più di una perplessità riguardo alla privacy dei suoi utenti. L'analisi evidenzia come i deepfake e le altre tecnologie basate sul ML potrebbero influenzare la nostra vita nei prossimi mesi.

Trend #3: Data privacy, è ora di toccare il cambiamento con mano

Nel corso del 2019 sono state approvate o implementare nuove leggi sulla privacy a livello globale ma nonostante questo il senso di sfiducia relativo all'utilizzo dei dati personali è rimasto onnipresente. Secondo i ricercatori, fino a quando le multe per violazione della privacy non saranno più ingenti, questo problema non scomparirà.

Sondaggio
Ricevi un'email con un allegato Word dal nome “Addebiti”. Cosa fai?
Scarico il file e lo apro. Dev'essere qualcosa di importante
Prima di aprirlo, scansiono il file alla ricerca di eventuali virus
Inoltro l'email alla mia banca o alla mia azienda
Cancello il messaggio

Mostra i risultati (3283 voti)
Leggi i commenti (20)

L'Associazione internazionale dei professionisti della privacy ha consigliato alle aziende di mantenere la piena funzionalità nel rispetto della privacy: le realtà di business che riusciranno a realizzare questa impresa avranno probabilmente un vantaggio significativo sul mercato. Da sottolineare inoltre la fiducia calante nei sistemi di identificazione basati semplicemente su nome utente e password, e necessità per le organizzazioni di incrementare l'utilizzo dell'autenticazione a più fattori.

Trend #4: Città sempre più smart e sempre meno sicure

Le smart cities e gli smart buildings sono ormai realtà e la tecnologia viene sempre più integrata nella nostra vita quotidiana; basti pensare che l'80% dei nuovi edifici incorpora almeno alcuni elementi di IoT. Ma le città sono pronte ad assumersi la responsabilità della difesa dei propri sistemi informatici a fronte del dilagare di attacchi ransomware sempre più mirati e pericolosi?

Molti dispositivi e sistemi intelligenti non hanno protocolli di autenticazione forti o non sono affatto protetti da alcun tipo di soluzione di sicurezza e gli attacchi malware alle smart cities rappresentano un problema reale e serio.

Trend #5: la trasformazione digitale e la sfida della mobilità dei dipendenti

Le aziende che devono adattarsi a un mondo sempre più digitalizzato rappresentano un fenomeno ormai consolidato e la sfida principale che devono affrontare le organizzazioni per la trasformazione digitale è legata alla crescita della mobilità dei dipendenti.

La capacità di rimanere in contatto con le reti, indipendentemente da dove ci si trova, aumenta le possibilità di attacco delle organizzazioni e l'esposizione al rischio di compromettere la sicurezza aziendale. Nei prossimi mesi le organizzazioni implementeranno importanti cambiamenti in quasi tutte le aree delle loro attività e la prova del nove si misurerà sulla capacità di gestire in maniera sicura le informazioni e i dati coinvolti in ogni operazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

{utente anonimo}
Per favore, non cambi discorso. Il maiuscolo era per avere una riproduzione fedele del tipico post di quel genere (nel senso che nella mia carriera devo ancora vedere un "eallorailpiddì" scritto in minuscolo, escludendo l'esempio appena fatto). Le rammento che fino ad ora non ha dato alcuna prova di tali cancellamenti di... Leggi tutto
20-12-2019 11:30

Non importa che urli, ci sentiamo e poi ti identifichi da solo, ma dai! :roll: Leggi tutto
20-12-2019 10:59

{utente anonimo}
Oh, dimenticavo, cosa centrano i bitcoin con google? Cosa? Mi pare tanto un "E ALLORA IL PIDDÍ" in chiave informatica tbh
19-12-2019 10:00

{utente anonimo}
Quindi non ha prove fuorché degli aneddoti personali non verificabili. Ok then.
19-12-2019 09:55

Ti basta un amministratore di rete, purtroppo solo windows, che ha visto dal vivo? E' rimasto sconvolto ha detto... "Ma è illegale!" io ormai ci sono abituato, gli ho semplicemente risposto.... "Loro può". Denunciare sarebbe come tentare di fermare la t r u f f a #Bitcoin, hanno prove ma neanche il #DOJ può... Leggi tutto
18-12-2019 21:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi fa la coda fuori dal negozio per acquistare il nuovo iPhone / iPad / iPod il primo giorno è...
Un vero appassionato
Un fanatico
Un iDiota

Mostra i risultati (11898 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics