Tim, i piccoli azionisti vogliono la fibra ma l'azienda pensa al 5G

Al convegno dell'Asati i membri chiedono una rete unica nazionale in fibra ottica. Ma la priorità di Tim è la telefonia mobile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-01-2020]

tim fibra 5g

Lo scorso 22 gennaio l'Asati, l'associazione che rappresenta i 17.000 azionisti dipendenti e pensionati di Tim, ha tenuto a Roma il convegno annuale, cui ha partecipato lo stesso Amministratore Delegato di Tim Luigi Gubitosi insieme ai rappresentati delle principali forze politiche.

Il convegno è stato coordinati dal presidente dell'Asati Franco Lombardi, dirigente di Tim in pensione, che era stato oggetto di una richiesta di risarcimento danni milionaria da parte dell'ex Ad di Tim Flavio Cattaneo per le critiche espresse alla super liquidazione da 35 milioni di euro percepita dallo stesso Cattaneo dopo appena un anno di lavoro.

La richiesta venne poi ritirata dal successore di Cattaneo, Amos Genish, che ha preceduto nell'incarico Luigi Gubitosi.

Nel proprio intervento, Lombardi ha criticato la duplicazione della rete in fibra ottica - che costituisce un notevole spreco di denaro pubblico - dovuta all'esistenza sia della rete Open Fiber, di proprietà Enel e Cassa Depositi e Prestiti, sia della rete di Tim.

Ha così chiesto ai politici di intervenire sulla Cdp, che è anche uno dei maggiori azionisti di Tim, per la ricomposizione in un unico soggetto, ossia Tim stessa, degli investimenti nella rete.

Gubitosi ha replicato che i negoziati con Open Fiber sono tuttora aperti e, a titolo personale, ha voluto rilevare come sia stato un errore, da parte della precedente gestione, non aver voluto impegnarsi di più per acquisire Metroweb.

L'Ad di Tim ha però anche ribadito che, più che guardare al passato, Tim preferisce continuare con i programmi già previsti di accelerazione degli investimenti nella telefonia mobile 5G.

Essa sta diventando la priorità dell'azienda e aiuterà a far rientrare il debito entro livelli accettabili, migliorando così l'attuale rating di Tim.

Sempre Gubitosi non ha voluto infine commentare il calo del titolo Tim di questi giorni, ritenendo proprio dovere, in qualità di amministratore delegato, dare un giudizio complessivo soltanto a fine 2020.

Convegno Asati
Foto dal convegno Asati del 22 gennaio 2020

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Solo speculazione nell'Opa di KKR su TIM
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
La chiocciola e la banda larga
Rete unica, il Recovery Plan mette i bastoni tra le ruote a Tim
TIM, parte da Trento l'addio al rame in favore della fibra
Tim, gli azionisti vogliono una rete unica per la fibra

Commenti all'articolo (2)

Non sono scemi. Con connessioni mobili da 50GB ormai una linea fissa non serve pi¨ TIM sta guardando oltre anche perchŔ i prezzi per rubarsi la clientela li hanno ridotti al minimo ora l'unico campo di battaglia Ŕ l'aumento dei GB quindi le connessioni fisse serviranno sempre meno. Io ho 30GB al mese e me ne avanzano 10 di solito e con... Leggi tutto
2-2-2020 22:20

Quindi, creare i presupposti per una sana concorrenza nella fibra non andrebbe bene e dovrebbe essere riportato tutto nelle mani di tim. :shock: Simpatico Lombardo :P
31-1-2020 22:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (2034 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics