Da Samsung lo smartphone da usare in guerra

Il Galaxy S20 Tactical Edition è tanto robusto da poter essere portato in combattimento.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-05-2020]

galaxy s20 tactical edition

Acquistare uno smartphone, soprattutto se si tratta di un modello di punta, significa entrare in possesso di un dispositivo potente ma fragile, e che è anche costato parecchio.

Evidentemente, apparecchi del genere non sono pensati per l'utilizzo in situazioni estreme, come può esserlo una zona di guerra: nelle mani di un soldato, probabilmente non resisterebbero molto.

Ecco quindi che Samsung ha preparato un'edizione speciale del proprio Galaxy S20, corazzandola in maniera tale da poter affrontare il fronte senza andare immediatamente in pezzi.

Si chiama Galaxy S20 Tactical Edition e, internamente, è praticamente identico al Galaxy S20 in abiti civili: SoC Snadragon 865, 12 Gbyte di RAM, 128 Gbyte di memoria interna, schermo da 6,2 pollici e tripla fotocamera posteriore.

Attorno a tutto ciò c'è però un corpo molto più robusto dell'originale, una scocca dotata di protezioni ulteriori che permettono allo smartphone di resistere ai danni.

Inoltre, Samsung ha provveduto anche ad agire sul software. Il Galaxy S20 Tactical Edition dispone di un'architettura DualDAR, che migliora la crittografia dei dati; ha una particolare modalità notturna che ne consente l'utilizzo al buio senza che lo schermo emetta una luminosità eccessiva; c'è poi lo stealth mode che disattiva completamente le comunicazioni, in maniera più aggressiva di quanto faccia la normale modalità aereo.

«Grazie al software personalizzato» - spiega Samsung - «il Galaxy S20 TE può operare senza difficoltà con una vasta gamma di periferiche esistenti e risponde ai requisiti richiesti dalle applicazioni tattiche e confidenziali, in particolare quelle progettate per aiutare la navigazione su terreni difficili, comunicare su distanze notevoli e affrontare la perdita di comunicazione con le unità di comando».

Come si può immaginare, a causa di tutte queste particolarità il Galaxy S20 TE non è in vendita attraverso i canali normali, ma sarà fornito alle strutture militari a partire dal terzo trimestre di quest'anno a un prezzo che non è stato ancora divulgato.

galaxy s20 tactical edition 01
galaxy s20 te 02
galaxy s20 te 03

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Strano, a me non è mai capitato. Nel mio attuale smartphone devo tenere la luminosità un pochino sopra al minimo anche al buio completo, in quelli precedenti, comunque, ricordo che generalmente con la luminosità al minimo al buio non avevo problemi. Non è che ha qualche settaggio per cui non si riesce ad arrivare veramente al minimo... Leggi tutto
13-6-2020 13:44

Il mio l'ho provato al buio e fa troppa luce, anche con la luminosità al minimo. (In caso qualcuno si ricordasse che non ho lo smartphone... ecco, adesso ce l'ho :lol: ).
8-6-2020 19:41

Dici? Io ho molte più difficoltà ad usarli in piena luce solare, al buio non trovo particolari problemi... Leggi tutto
8-6-2020 18:37

Lo vedo adatto a chi fa escursioni o sport estremi. :lol: La modalità notturna farebbe comodo anche sui telefoni normali. Usarli al buio è impossibile.
8-6-2020 15:32

@etabeta Certo anche quelli sono un bel potenziale bacino.
7-6-2020 14:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste affermazioni sul ruolo del digitale nella fotografia è secondo te più corretta?
Ha svilito l'arte fotografica. Oggi conta più essere bravi con i programmi di fotoritocco che dei buoni fotografi
L'era digitale è quella del falso. Praticamente non esiste foto su giornali, calendari e manifesti che non venga alterata al computer prima della pubblicazione.
Moderno strumento di democrazia, il digitale ha consetito di avvicinare per qualità il mondo degli amatori a quello dei professionisti.
I vantaggi economici e tecnici dello scattare in digitale hanno riportato interesse nella fotografia, che in ambito non professionale stava soccombendo sotto la diffusione delle videocamere.

Mostra i risultati (4555 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics