L'auto elettrica di Apple

Ha un cuore Toyota e punta moltissimo sulla guida autonoma.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-09-2021]

applecar render

Poco meno di tre anni: tanto mancherebbe al debutto di Project Titan, ossia l'auto elettrica secondo Apple.

Sebbene da tempo ormai la possibilità dell'arrivo di una Apple Car sia passata in secondo piano, quasi al punto da far derubricare l'intera vicenda al livello di diceria, l'azienda della mela morsicata in realtà non ha mai smesso di lavorare al progetto.

Già qualche tempo fa aveva anzi contattato alcuni produttori coreani di automobili - Kia e Hyundai - e, a quanto pare, era arrivata molto vicina a stringere con loro degli accordi per la fornitura delle parti che sarebbero andate a formare l'auto: di aspetti "comuni" come motore, sistemi di sicurezza e via di seguito si sarebbero dovute occupare aziende che hanno decenni di esperienza nel campo.

Apple, dal canto proprio, si sarebbe concentrata su altri due aspetti non meno importanti quando si tratta di convincere potenziali acquirenti: lo stile e l'estetica da un lato, e i sistemi di infotainment dall'altro.

Stando alle indiscrezioni, l'obiettivo era ed è ancora «re-immaginare l'interno di un'auto in vista di un futuro in cui le persone si spostano in modo passivo, anziché essere occupate a guidare»: per questo motivo il team di sviluppo si starebbe tuttora baloccando con «decine» di dispositivi già adoperati sulle Tesla.

È peraltro evidente come, in questa frase, sia racchiusa l'idea che l'auto made in Apple punti molto sulla guida autonoma, un progetto che l'azienda pareva aver abbandonato già cinque anni fa.

Gli accordi con Kia e Hyundai non andarono in porto ma, secondo quanto riporta Digitimes, Apple ha ora allargato il proprio campo di ricerca ad altre nazioni al di fuori della Corea del Sud e avrebbe finito per concentrarsi sulla giapponese Toyota, che avrebbe accettato di assumere il compito di produrre l'hardware.

È grazie a questa collaborazione che Apple punta dunque a far debuttare la propria auto nel 2024 ossia, per l'appunto, tra circa tre anni.

I piani originari di Apple, che risalgono al 2014, prevedevano di riuscire a raggiungere una produzione di 100.000 auto all'anno: si tratta di un numero davvero rilevante per un settore nascente nel quale, per di più, essa si affaccia come "nuova venuta".

D'altra parte non sarebbe la prima volta che il gigante di Cupertino entra con decisione in un segmento di mercato al quale precedentemente non pareva interessata non solo riscuotendo successo, ma riuscendo a scuoterlo e addirittura a stravolgerlo: la prospettiva di ripetere quanto fatto da Steve Jobs con l'iPhone è probabilmente il sogno che l'attuale CEO Tim Cook vorrebbe realizzare prima della pensione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
La guida assistita salva un automobilista che ha perso conoscenza al volante
Videocamere e un supercomputer per l'auto autonoma di Tesla
Tesla, l'ultimo update trasforma l'auto in uno stereo portatile
Elon Musk rivela: voleva vendere Tesla a Apple
Il ritorno della Apple Car
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
La norma che obbliga le auto elettriche a far rumore
Apple rinuncia all'auto senza pilota
Se un'auto elettrica finisce in acqua, si rimane folgorati?
Guidare una Apple Tesla
L'automobile elettrica di Apple: tutti i dettagli
Un ampio ufficio nell'auto che si guida da sola
L'automobile di Apple e Tesla
Auto alimentata a pipì: entra in gioco la lana di pecora

Commenti all'articolo (4)

:ola: :ola: Comunque hai dimenticato il telaio che flette e la radio che non riceve nulla causa antenna in posizione totalmente inadeguata... :lol: Leggi tutto
11-9-2021 13:49

Toyota che però non ha ancora annunciato le sue proprie elettriche, mi risulta... :? :?
7-9-2021 13:53

AMEN :lol:
7-9-2021 12:04

Insomma, una toyota, che costera' il doppio di una toyota. Pero' avra': - una mela morsicata - connettore per la ricarica dell'auto, proprietario, e incompatibile con tutte le colonnine esistenti - nessuna presa USB (solo Lightning) - ma naturalmente, le ruote bianche .
6-9-2021 11:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6483 voti)
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 novembre


web metrics