Google rimuove su richiesta solo le foto dei minori

I minorenni possono chiedere a Google di togliere dai risultati le foto che li ritraggono, ma solo finché non compiono 18 anni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-10-2021]

google rimozione foto minori

Se c'è qualcosa che accomuna i minorenni, e in particolare i teenager, è la tendenza a compiere azioni stupide di cui si vergogneranno una volta adulti, accompagnata dalla compulsione a condividere in Internet qualsiasi cosa.

Il web si trova così affollato di immagini che non dovrebbero finire sotto gli occhi del grande pubblico e che non lo sarebbero se prima della pubblicazione ci fosse stata una minima riflessione; e spesso si tratta di fotografie che sono state scattate dai loro stessi soggetti in un momento di incoscienza.

A questa situazione si affianca il fenomeno ancora più inquietante delle foto di minori scattate e pubblicate senza il consenso loro o dei loro genitori (o tutori), sovente ad opera di persone che hanno fini tutt'altro che leciti: tutto materiale che, una volta finito nel web, difficilmente si riesce a rimuovere e spesso si può rintracciare con una semplice ricerca.

Per cercare di contrastare il fenomeno delle foto di minori diffuse senza il consenso degli interessati, o che comunque potrebbero danneggiarli, Google ha introdotto la possibilità di richiedere la rimozione del materiale che ritrae persone minorenni dai risultati delle ricerche.

La possibilità era stata annunciata già lo scorso agosto, ma soltanto ora è diventata operativa.

A sottoporre la richiesta può essere il minore stesso, oppure uno dei genitori o un tutore: è necessario indicare l'Url diretto dell'immagine (e non semplicemente quello del sito che la ospita) e la persona ritratta nella foto deve essere chiaramente identificabile come qualcuno che abbia attualmente meno di 18 anni.

A quanto pare non è possibile, quindi, per un adulto chiedere la rimozione di una foto che lo ritragga quand'era minorenne: la richiesta deve essere fatta (personalmente o tramite un genitore) finché si è ancora al di sotto dei 18 anni.

A scanso di equivoci, Google precisa che la rimozione del materiale riguarda unicamente i risultati delle ricerche, non i siti che lo ospitano: per eliminarlo anche da lì è necessario rivolgersi direttamente ai gestori dei siti stessi.

Infine, Google sottolinea anche che non rimuoverà quelle immagini che riguardano fatti di eminente interesse pubblico, magari perché riguardano fatti di cronaca importanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Cioè bisogna mandare copia dei documenti del minore o altra documentazione atta alla dimostrazione richiesta? Mi sembra un modo geniale per fornire altri dati personali dei minori a Google come se già non ne collezionasse a sufficienza... :roll: Leggi tutto
31-10-2021 10:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1479 voti)
Aprile 2024
TIM, altre ''rimodulazioni'' in arrivo
L'algoritmo di ricarica che raddoppia la vita utile delle batterie
Hype e Banca Sella, disservizi a profusione
Falla nei NAS D-Link, ma la patch non arriverà mai
La navigazione in incognito non è in incognito
Le tre stimmate della posta elettronica
Amazon abbandona i negozi coi cassieri a distanza
Marzo 2024
Buone azioni e serrature ridicole
Il piano Merlyn, ovvero la liquidazione di Tim
Falla nelle serrature elettroniche, milioni di stanze d'hotel a rischio
L'antenato di ChatGPT in un foglio Excel
La valle inquietante
La crisi di Tim e la divisione sindacale
La fine del mondo, virtuale
WhatsApp e Messenger aprono agli altri servizi di chat
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 aprile


web metrics