DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti

Il gigante di Redmond ha un permesso speciale per seguire chi naviga attraverso il browser creato dal motore di ricerca “sicuro”.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-05-2022]

duckduckgo microsoft tracker

Sin dalla sua nascita, DuckDuckGo ha fatto del rispetto della privacy degli utenti la propria ragion d'essere e, per questo, è preferito a Google, Bing e soci da quanti non vogliono lasciare tracce del proprio passaggio nel web.

La fama di motore di ricerca "sicuro" ha però iniziato a scricchiolare già circa tre anni fa, quando DuckDuckGo è stato accusato di profilare gli utenti, anche se la spiegazione ufficiale del comportamento rilevato allora parlava di errori e falsi positivi.

Ora DuckDuckGo torna sotto accusa perché, stando a quanto ha scoperto l'esperto di sicurezza Zach Edwards, «il nuovo browser DuckDuckGo per iOS e Android non ferma il flusso dei dati verso Microsoft, LinkedIn o Bing».

Detto browser - spiega ancora Edwards - «ha una lista segreta» che elenca quali dati lasciar passare e in questa lista ci sarebbe Microsoft insieme a tutti i servizi a lei collegati. In altre parole, anche se si usa il browser di DuckDuckGo si viene tracciati da Microsoft.

A rendere più seria la questione c'è poi il fatto che, questa volta, tutto ciò non accade per una svista ma in base a un preciso accordo tra il gigante di Redmond e il motore di ricerca circa i risultati delle ricerche.

Non solo: l'esistenza di un tale accordo è ammessa fatto soltanto dopo che le scoperte di Edwards sono divenute pubbliche, con un evidente danno d'immagine per DuckDuckGo, sebbene tutto ciò sia valido soltanto per il browser e non anche per il motore di ricerca in sé.

A cercare di rimediare ai danni ha pensato Gabriel Weinberg, CEO di DuckDuckGo, il quale in un'intervista ha affermato che «Siamo stati sempre molto attenti a non promettere mai l'anonimato durante la navigazione, poiché in tutta onestà ciò non è possibile se si considera quanto rapidamente i tracker cambiano il modo in cui aggirano le protezioni».

«Ciò di cui stiamo parlando qui è una protezione che va ben oltre ciò che molti browser nemmeno tentano di fare, ossia bloccare gli script traccianti di terze parti prima ancora che carichino i siti cui sono collegati. Dato che facciamo quello che possiamo, gli utenti sono considerevolmente più protetti usando DuckDuckGo piuttosto che Safari, Firefox o altri browser».

Insomma, Weinberg non sembra tanto interessato a spiegare il libero transito accordato ai tracker legati a Microsoft (o il fatto che sia stato nascosto fino a che non è scoppiato il caso) quanto a imbastire una difesa sul fatto che i concorrenti si comportano anche peggio peggio: pare insomma aver scelto un argomento che è difficile definire solido, e che probabilmente non farà molto per riparare la reputazione danneggiata di DuckDuckGo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tor Browser adesso è anche in versione per Android
Firefox bloccherà tutti gli script che tracciano gli utenti nel Web

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Concordo, è peggio la prima. Se non ho promesse le mie aspettative e, soprattutto il mio atteggiamento sarà coerente con questo e saprò cosa aspettarmi e da cosa difendermi, se mi si danno delle garanzie di un certo tipo è ovvio, invece, che poi il mio comportamento si basa su queste garanzie che, una volta disattese, mi espongono... Leggi tutto
3-6-2022 15:07

{Beppec3}
Smesso di usarlo quando ho visto che dava precedenza ai siti in lingua Inglese
29-5-2022 07:10

{giuscazzatissimo}
è sempre la solita vecchia anzi antica storia che...prima " io? io no, io non sono corruttibile, mai! piuttosto..."...poi? arriva zio bill con la sua montagna di soldi e....PECUNIA NON OLET! metti in tasca e lasciati andare alla dolcezza della corruzione del denaro facile!!! perchè ricordiamoci che tutti al mondo... Leggi tutto
28-5-2022 12:49

Ci sono anche: Mojeek, Qwant, Oscobo, Swisscow, MetaGer, peekier, e Gibiru.
28-5-2022 12:25

Anche io avevo iniziato da un pò a usare DuckDuckGo. Comunque ci sono anche un motore italiano link[/url] e uno francese [url=http://forum.zeusnews.com/link/779557]link. Una volta che mi sono abituato a non usare Google, passare da DuckDuckGo a uno di questi, o magari a tutti e due, non sarà un problema.
28-5-2022 01:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3976 voti)
Settembre 2022
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 settembre


web metrics